Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Israele-vaccina-bambini-tra-5-e-11-anni-il-secondo-Paese-dopo-gli-Usa-308ae005-b574-42ed-82d4-c299c75f33b8.html | rainews/live/ | true
MONDO

La lotta al Covid

Israele vaccina bambini tra 5 e 11 anni. È il secondo Paese dopo gli Usa

Previste nella giornata odierna 24 mila prenotazioni, circa il 2,5% riguarda la nuova fascia d'età. "Ora potete proteggere i vostri figli"

Condividi
In Israele comincia la vaccinazione dei bambini dai 5 agli 11 anni come deciso dalle autorità di governo su indicazione del comitato nazionale per la lotta al Covid. 

Salman Zarka, alla guida del comitato, ha parlato di "un giorno di celebrazione per i bambini e i genitori che possono ora proteggere i loro figli".

Israele è il secondo paese al mondo, dopo gli Usa, ad avviare questa vaccinazione. Già ieri le prime dosi sono state iniettate dai servizi delle mutue in alcune località del paese dopo gli arrivi nei giorni scorsi in Israele dei vaccini Pfizer adatti ai bambini.

Il Paese ha recentemente superato la quarta ondata di Covid-19 e le infezioni giornaliere sono rimaste relativamente basse nelle ultime settimane. Ma le statistiche del Ministero della Salute mostrano che gran parte delle nuove infezioni riguarda bambini e adolescenti. In particolare i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni sono quasi la metà delle persone attualmente infette. Tel Aviv spera che la nuova campagna di vaccinazione possa quindi aiutare a ridurre i contagi e a prevenire una nuova ondata.

Secondo i media israeliani nel primo giorno di apertura delle vaccinazioni per i bambini, la domanda è stata bassa. Il primo ministro israeliano Naftali Bennett dovrebbe accompagnare suo figlio David, 9 anni, a farsi immunizzare, nel tentativo di incoraggiare i genitori a far vaccinare i loro figli. Israele, che ha una popolazione di oltre 9 milioni di abitanti, ha avuto più di 1,3 milioni di contagi dall'inizio della pandemia e oltre 8.100 morti.
Condividi