Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Italia-Brasile-calcio-femminile-Mondiali-de6424fa-8b13-47e1-9794-11a0f5324057.html | rainews/live/ | true
SPORT

Mondiali femminili Francia 2019

Grandi azzurre, prime del girone nonostante il ko 1-0 col Brasile

L'Italia era già agli ottavi, ma ora ha la certezza di pescare una squadra abbordabile per continuare a sognare. A Valenciennes, decide un rigore di Marta, che diventa il giocatore con più reti in Coppa del Mondo, uomini compresi

Condividi
Prime del girone. Le azzurre del ct Milena Bertolini incassano la prima sconfitta di questi Mondiali francesi ma conservano la testa del gruppo C, anche in virtù del risultato dell’altra partita tra Australia e Giamaica, terminata 4-1. Il Brasile ci batte 1-0 a Valenciennes, e ci raggiunge a 6 punti, come le ‘Matildas, battute all’esordio, ma la differenza reti dice Italia prima, Australia seconda e verdeoro terze, tutte qualificate alla fase a eliminazione diretta (il Brasile perché sicuro di essere tra le migliori terze con 6 punti). Le azzurre non conoscono ancora l’avversaria degli ottavi di finale del 25 giugno. Giocheranno a Montpellier contro una delle migliori terze che uscirà tra Nigeria, Cina, Cile o Thailandia.
 
Milena Bertolini schiera il 4-3-1-2: Giuliani in porta; Guagni, Gama, Linari e Bartoli linea difensiva; Galli, Giugliano e Cernoia in mediane; Girelli a ispirare le punte Giacinti e Bonansea. Risponde Vadao con un 4-5-1: Barbara; Leticia Santos, Kathellen, Monica, Tamires; Ludmila, Andressinha, Thaisa, Debinha; Marta, Cristiane.
 
Al 5’ Italia pericolosa con un destro basso di Bonansea che chiama Barbara alla deviazione in angolo. La partita è dura: subito cartellini gialli per Leticia e per Bartoli. Al 17’ strepitosa Giuliani ad alzare di istinto il tacco di Debinha su corner da sinistra. Il portiere azzurri si ripete sul calcio d’angolo successivo, toccando col pugno e deviando sulla traversa. Il Brasile ci schiaccia in area di rigore, ma per fortuna senza trovare la via del gol. Reazione azzurra con un centro da destra di Cernoia che per poco non beffa Barbara sul secondo palo. Al 29’ Girelli segna ma in evidente posizione di fuorigioco. Al 31’ la stessa attaccante azzurra colpisce di testa su corner, trovando la deviazione di Kathellen. Al 40’ occasionissima azzurra: Barbara si trova il pallone addosso su bella deviazione acrobatica di Bonansea su cross da destra di Guagni.
 
La ripresa vede un brivido al 52’ quando una punizione di Andressinha scheggia la traversa con Giuliani a guardare. Portiere azzurro preoccupato anche su colpo di testa di Kathellen che termina a lato di un soffio. Al 63’ Bertolini inserisce Bergamaschi al posto di Giacinti per rinforzare la corsia destra. Risponde Vadao con Beatriz per Cristiane, attaccante per attaccante. La neoentrata in giallo sfiora subito il gol con un tocco d’esterno su cross basso di Ludmila. Al 70’ Giuliani blocca a terra un sinistro sporco di Debinha. al 71’ Boattin prende il posto di Bartoli. Al 72’ rigore per il Brasile per un contatto tra Linari e Debinha, apparso leale; dopo il controllo del Var, Marta spiazza Giuliani dal dischetto e porta il Brasile in vantaggio, diventando il giocatore con il maggior numero di gol ai Mondiali, uomini compresi: 17 reti totali (74’). Al 76’ Poliana per Leticia Santos in verdeoro. Al 78’ ultimo cambio azzurro: Mauro per Girelli. Vadao concede la passerella a Marta rilevata da Luana all’84’. Proteste azzurre per una caduta di Bergamaschi dopo contatto con Monica in area del Brasile. Forcing finale dell’Italia, ma Barbara compie l’ultimo volo sull’ultimo pallone buttato nella sua area. Festa azzurra.
Condividi