Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Juventus-Inter-Atalanta-Lazio-Champions-Ginevra-9640f6b7-ec55-4405-9872-08fcb8af6b29.html | rainews/live/ | true
SPORT

A Ginevra definita la fase a gironi

Champions 2020-2021, buon sorteggio per le 4 italiane

Juve con Barcellona, Dinamo Kiev e Ferencvaros. Per l'Inter ci sono Real Madrid, Shakhtar e M'gladbach, Atalanta insieme a Liverpool, Ajax e Midtjylland. La più fortunata è la Lazio che pesca Zenit, Dortmund e Bruges

Condividi
A Ginevra le mani di Drogba e Malouda regalano un buon sorteggio a Juve, Inter, Atalanta e Lazio, le quattro squadre italiane impegnate nella fase a gironi della Champions League 2020-2021.

Girone G per la Juventus di Andrea Pirlo, unica formazione italiana inserita in prima fascia. Il che non evita però che il primo nome estratto dall’urna sia beffardamente quello del Barcellona, una corazzata, il peggiore degli avversari possibili. In arrivo la supersfida Messi-Ronaldo (calciatore che ha vinto più Champions, ben cinque) dopo i tanti precedenti in Liga quando CR7 indossava la maglia del Real. Abbordabilissimo però il resto del gruppo, con Dinamo Kiev e gli ungheresi del Ferencvaros, Salvo sconvolgimenti, primo e secondo posto sarà una questione tra bianconeri e catalani.

Real Madrid (basta il nome), gli ostici ucraini dello Shakhtar Donetsk (meglio affrontarli a febbraio, per loro fine stagione, che in autunno) e i tedeschi del Borussia Moenchengladbach per l’ambiziosa Inter di Antonio Conte, sorteggiata nel girone B. Poteva andare peggio, ma anche meglio: a parte quella con i blancos di Zidane, in arrivo sfide contro squadre da prendere con le molle.  

Pericoli ma anche partite di grande fascino per l’Atalanta di Gasperini, sulla carta vera mina vagante di questa edizione, inserita nel gruppo D con il super Liverpool di Klopp e Salah (campione d’Europa 2019), i lancieri dell’Ajax (solito mix di veterani e giovani di talento, semifinalisti nel 2019) e i debuttanti danesi del Midtjylland, per la prima volta ad una fase finale di Champions. Ma la Dea ce la può fare, eccome.  

Girone F ampiamente alla portata di una Lazio ‘accarezzata’ dalla buona sorte (visto che era in terza fascia): con i biancocelesti ci sono infatti Zenit San Pietroburgo, il temibile Borussia Dortmund e i belgi del Bruges. Primi due posti senza dubbio nel mirino di Immobile e compagni.

Trentadue le squadre partecipanti divise in 8 gironi da quattro: le prime due classificate passano agli ottavi. Con il calendario ‘affogato’ causa pandemia si parte il 20-21 ottobre, ultima giornata dei gironi in programma l’8-9 dicembre. Salvo nuovi ordini, tutte le gare saranno a porte chiuse.   
Condividi