Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/La-Commissione-Ue-Italia-con-la-pandemia-di-covid-aumentato-il-rischio-di-corruzione-ed8cdbcc-61ba-468e-872f-78ac4b021350.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Rapporto Stato di diritto

La Commissione Ue all'Italia: "Con la pandemia di covid aumentato il rischio di corruzione"

Si riconosce lo sforzo dell'Italia nei confronti del proprio sistema giudiziario che "continua a subire una serie di riforme volte a migliorarne qualità ed efficienza"

Condividi
La pagella europea sullo stato di diritto boccia Ungheria e Polonia ma anche l'Italia riceve una forte nota di richiamo. 

"La pandemia Covid-19 ha aumentato significativamente il rischio che la corruzione e i reati legati alla corruzione si infiltrino nell'economia legale italiana", si legge nel capitolo dedicato all'Italia della relazione sullo Stato di diritto in Ue 2021.    Ancora nella relazione: "Queste misure sono particolarmente importanti per affrontare le gravi sfide legate all'efficienza del sistema giudiziario, compresi gli arretrati e la durata dei procedimenti".

Tuttavia, si riconosce lo sforzo dell'Italia nei confronti del proprio sistema giudiziario che "continua a subire una serie di riforme volte a migliorarne qualità ed efficienza".

Per quanto riguarda il disegno di legge relativo al Consiglio superiore della magistratura per il rafforzamento dell'indipendenza giudiziaria, "le riforme tengano conto delle raccomandazioni del Consiglio d'Europa", si legge nella relazione.   

Infine, sul tema della regolamentazione dei media, la Commissione Ue ha ricordato che "l'Italia dispone di un solido quadro legislativo dotato di risorse adeguate ed efficaci", tuttavia "la prevista riforma delle leggi sulla diffamazione rimane in sospeso in Parlamento e l'indipendenza politica dei media italiani rimane una questione preoccupante, in particolare nel settore audiovisivo".
Condividi