Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Le-borse-accelerano-dopo-la-Fed-bene-le-utilities-in-attesa-del-decreto-bollette-a6a70842-32d7-4234-9eaf-c6c6f982ac4e.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Mercati

Le borse accelerano dopo la Fed bene le utilities in attesa del decreto bollette

Condividi
di Fabrizio Patti
Terzo giorno di salita delle borse dopo il tonfo di lunedì: l'indice Ftse Mib di Milano segna +1,09% e migliora rispetto all'apertura. 
Sono in rialzo quasi tutti i settori. In evidenza in particolare le utilities: +2,80% per Enel, +1,57% per A2A, +0,80% per Hera. Il presidente del Consiglio Draghi, intervenendo all'assemblea annuale di Confindustria ha confermato che nel pomeriggio nel Cdm ci sarà un provvedimento da 3 miliardi di euro per evitare gli aumenti delle bollette elettriche. Non ci sono stati riferimenti ad aumenti di tasse per i produttori di energia idroelettrica, come era avvenuto in Spagna.
Nel resto d'Europa Francoforte e Parigi +0,67%, Londra +0,12%. La Banca d'Inghilterra ha comunicato oggi che non saranno cambiati i tassi di interesse e la quantità di titoli acquistati.
Due notizie hanno preceduto l'apertura di oggi. In Cina il colosso immobiliare Evergrande, a rischio fallimento, ha annunciato che pagherà degli interessi in scadenza per l'equivalente di 35 milioni di dollari.
E la banca centrale america, la Fed, ha annunciato che "presto" comincerà il cosiddetto tapering, cioè la riduzione degli acquisti di titoli del programma anti-pandemia, oggi pari a 120 miliardi di dollari al mese.
Non è ancora chiaro se questa riduzione inizierà a novembre o a dicembre, ma, ha aggiunto il governatore Powell, terminerà a fine a giugno 2022. Solo dopo si potrà parlare di rialzo dei tassi.
La reazione dei mercati è stata positiva già da ieri: +1% per i principali indici di Wall Street, anche oggi future in rialzo.
 
Condividi