Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Le-notizie-dal-mondo-de64304c-f4a1-4d9b-8aca-dd48f079a4e7.html | rainews/live/ | true
MONDO

Lunedì 1 Marzo

Le notizie dal mondo

Condividi
di Paolo Cappelli WSJ
L'Iran rifiuta l'offerta di colloqui diretti con gli USA sul nucleare  aumentando la tensione con l'Occidente
È improbabile che il rifiuto uccida la diplomazia, ma il tempo stringe in vista del capodanno persiano e delle elezioni iraniane L'Iran ha rifiutato un'offerta dell'Unione europea di tenere colloqui diretti sul nucleare con gli Stati Uniti nei prossimi giorni, rischiando una rinnovata tensione tra Teheran e le capitali occidentali.
Alti diplomatici occidentali hanno affermato che la risposta dell'Iran non annulla le speranze dell'amministrazione Biden di rilanciare gli sforzi diplomatici per ripristinare l'accordo nucleare del 2015, concluso tra l'Iran e sei potenze mondiali e abbandonato dall'amministrazione Trump nel 2018. Ma hanno detto che sembrava impostare una situazione di stallo : L'Iran vuole una garanzia che non si allontanerà da un incontro con gli Stati Uniti senza un certo sollievo dalle sanzioni, cosa che Washington ha finora escluso.  Con Teheran che ha intensificato le sue attività nucleari negli ultimi mesi in violazione dell'accordo nucleare del 2015, gli Stati Uniti che conducono attacchi aerei contro le milizie sostenute dall'Iran in Siria e le elezioni presidenziali iraniane a giugno, i diplomatici hanno avvertito che le opportunità per allentare le tensioni potrebbero ora essere messe in pericolo.


FT
Il rapido lancio dei vaccini stimolerà una ripresa economica più veloce di quanto si temesse in un primo momento
La rapida diffusione dei vaccini Covid-19 favorirà una ripresa economica più rapida, richiedendo meno aumenti delle tasse di quanto temuto, le previsioni ufficiali di bilancio mostreranno questa settimana, con il numero di persone che hanno ricevuto la loro prima iniezione oltre i 20 milioni. 
Rishi Sunak è ancora preoccupato da "enormi tensioni" nelle finanze pubbliche e ha aperto la strada per gli aumenti delle tasse nel bilancio di mercoledì quando ha detto al Financial Times venerdì che voleva "livellare" con la gente sulla necessità di contenere i prestiti.

Ma le prospettive sono migliorate significativamente quest'anno grazie al programma di vaccini. "Il successo del lancio del vaccino è un cambiamento materiale negli ultimi mesi", ha detto una persona vicina al processo di bilancio. Alcuni addetti ai lavori del Tesoro hanno parlato di un buco fiscale di 40 miliardi di sterline entro la fine dell'attuale parlamento nel 2024, ma le persone vicine alla questione hanno detto che ora ci si aspetta che questo sia inferiore. A novembre, l'OBR pensava che il buco fiscale fosse di 29 miliardi di sterline.




Daily Express
Rishi: continuerò a spendere per rimettere in moto la Gran Bretagna








The Independent
l'opinione pubblica supporta nuove tasse sui più benestanti e sul mondo degli affari
Sondaggio ComRes. La maggioranza degli inglesi è disposta ad accettare un aumento delle tasse sul reddito per supportare la ripresa dell'economia. Il sondaggio arriva mentre nel Partito Conservatore si accende il dibattito sull'inevitabile aumento delle tasse 



Bild
La SPD metterà fine al lockdown della Merkel
Rilassamento delle restrizioni anche con incidenza settimanale dei contagi sopra quota 50. E poi: sì alle vacanze estive, sì ai biergarten e alla Budensliga un po' più normale: il vice cancelliere Olaf Scholz vede una Germania sulla strada del ritorno alla normalità. Deve esserci una strategia nazionale e non lasciata alle iniziative dei singoli Land



SZ
La SPD vuole criteri chiari per allentare le restrizioni
Li chiede prima dell'incontro del cancelliere federale con i primi ministri dei Lander, mercoledì, Rolf Mützenich, presidente del gruppo parlamentare SPD: "Immagino il buon governo in modo diverso"





Welt 
Spahn nella crisi corona virus sempre più sotto pressione 
Tre quarti dei tedeschi favorevoli a riaperture a marzo, indica un sondaggio Insa. il 75% è favorevole all'apertura di negozi al dettaglio a marzo, mentre solo il 17% è contrario. Il 54% degli intervistati desidera riaprire ristoranti e pub, il 64% è favorevole alla riapertura completa di scuole e asili nido. Nel frattempo, secondo il sondaggio, il ministro federale della sanità Jens Spahn (CDU) è diventato impopolare: il 56% degli intervistati ha dichiarato di essere "piuttosto insoddisfatto" del suo lavoro, solo il 28% è soddisfatto. In vista dei test rapidi, il vice cancelliere Olaf Scholz (SPD) chiede un cambiamento di strategia nella politica di contenimento del virus: "Insisto perché mercoledì formuliamo una prospettiva di aperture concreta", afferma il candidato cancelliere della SPD. Dopodomani i capi di governo dei Lander discuteranno di nuovo con la cancelliera Angela Merkel (CDU).



FAZ
I primi ministri dei Lander chiedono un allentamento della rigidità dello schema di vaccinazione nazionale per evitare di sprecare dosi. Il primo ministro della Baviera Markus Söder (CSU) ha proposto che centinaia di migliaia di dosi non utilizzate del vaccino Astra-Zeneca dai depositi degli stati federali vengano rilasciate per la vaccinazione per tutti. "Prima che rimanga inutilizzato: vacciniamo chi lo vuole. Nessuna dose di Astra-Zeneca dovrebbe essere lasciata da parte o gettata via. Perché tutti i vaccinati proteggono se stessi e gli altri ", ha detto Söder ieri.  La Germania deve accelerare le vaccinazioni: "Ogni giorno conta." Non può essere che da una parte ci sia troppo poco vaccino, ma dall'altra il vaccino Astra-Zeneca "non venga accettato da molti". Il capo del governo bavarese si sta quindi battendo per un regolamento a livello nazionale per allentare la sequenza di vaccinazione per il vaccino Astrazeneca. Inoltre, il vaccino dovrebbe anche poter essere inoculato dai medici di famiglia.



Tagesspiegel
I primi ministri dei Lander chiedono di poter somministrare il vaccino Astra Zeneca a tutti. La strategia di contenimento della Merkel è morta e sepolta: aumentano le voci in aperto dissenso con la politica del lockdown nazionale prolungato. Non è più solo il capogruppo dell'Unione Ralph Brinnkhaus: tutti ora dicono che bisogna puntare sulla vaccinazione di massa e fare molto meglio, come insegna il Regno Unito. La Germania come l'Unione europea soffre di un eccesso di regole nell'approvazione dei vaccini e nella loro distribuzione; lo stesso per la diffusione dei test covid -19 rapidi. Un lockdown nazionale fino a maggio con l'impossibile traguardo dello 'zero covid' non funzionerà, i tedeschi sono stressati.  



Le Soir
Il Belgio terzo Paese più colpito in Europa dal Covid. Vaccinazione, serve un cambio di passo. L'immagine dei centri di vaccinazione vuoti mina il morale e l'adesione dei cittadini. La strategia deve cambiare. Le alternative per accelerare sono sul tavolo: fra queste, l'autorizzazione del vaccino di Astra Zeneca agli ultra 55enni.




Liberation
Presidenziali, il macronismo in pieno stato di negazione
Nel fine settimana la prima pagina di Liberation sui molti elettori di sinistra che si rifiutano di votare di nuovo Macron per sbarrare la strada a Marine Le Pen ha suscitato violente reazioni nella Republique en marche. Dietro alle quali, sostiene Libé, cresce la preoccupazione. La questione interroga la sinistra.

Intervista al segretario del Partito socialista, Olivier Faure, che accusa il capo di stato di aver preso parte al gioco dell'estrema destra inscenando un "duello". Spera che la sinistra rialzi la testa a un anno dalle elezioni presidenziali. "Libé  dice Faure - ha solo fatto eco a quello che sento da mesi. Elettori disillusi, non è la prima volta. Ma questa volta la rabbia è più potente, perché il potere non si è manifestato per quello che è. Questa favola di "sia destra sia sinistra" ha amplificato la sensazione di tradimento. Affermando di incarnare da solo il cerchio della ragione, squalificando il dibattito parlamentare, aggirando gli organi intermedi, disprezzando i politici eletti a livello locale, il presidente ha organizzato il dibattito come l'estrema destra. L'ha scelta come suo contraltare".

Un sondaggio recente Odoxa per France Info dice che il 66% dei francesi non ha una buona opinione del Partito socialista, non lo sente vicino alla gente, e il 74% pensa che possa anche scomparire. Lo pensa anche il 63% dei simpatizzanti socialisti  



Le Figaro
Legge sul clima: Macron di fronte alla trappola dell'ecologia radicale
Riuniti per l'ultima volta questa fine settimana, i membri della Convenzione dei cittadini hanno giudicato severamente il testo del Governo. La maggioranza non riesce a parlare con vice univoca sul tema dell'ambiente
edito: la parure verde del presidente. Dopo la spinta delle istanze ambientaliste alle ultime municipali, l'Eliseo ha inventato questa Convenzione: 50 persone qualificati come rappresentativi e in missione contro il surriscaldamento del pianeta. Ma la creatura scappò ben presto dalle mani del suo creatore riprendendo ben presto tutto l'armamentario tradizionale del radicalismo verde, incluse le più assurde, come la contrarietà agli alberi di Natale, il 'basta carne nei nostri piatti'. Un'ecologia amara e vendicatrice, che ha poca fiducia nell'uomo e che non piace, per fortuna, a Macron.    



Le Parisien
Cultura, un anno senza pubblico. Dalle pagine del quotidiano i professionisti del settore lanciano un appello per un calendario di riaperture. Risponde il ministro della Cultura.






Washington Post
Trump esclude di da vita a un terzo partito e si muove per rafforzare il controllo sul Partito Repubblicano
Nel suo primo discorso da quando ha lasciato la presidenza, davanti al pubblico dei conservatori, Trump ha lasciato intendere di essere a pieno titolo in corsa per un'altra campagna presidenziale nel 2024
Aaron Blake: è stato un discorso sorprendentemente tipico per Trump, visto che era il suo primo grande discorso post-presidenziale. Forse la cosa più significativa che ha detto Trump per il paese è stato qualcosa che ha evitato di sostenere con forza quando effettivamente era alla Casa Bianca: vaccinatevi. Trump, come è solito fare, l'ha espressa in un attacco al suo successore, il presidente Biden. Trump ha sostenuto che Biden non aveva effettivamente vinto le elezioni, e ha usato il vaccino per dipingere  Biden come debole e in debito con Trump per i vaccini sviluppati sotto il suo controllo. Da presidente, Trump ha fatto poco per incoraggiare le persone - specialmente i repubblicani, che erano più scettici sui vaccini, a farsi vaccinare. In agguato sullo sfondo non c'era solo lo scetticismo del GOP sulla necessità o l'efficacia del vaccino, ma anche il passato infondato collegamento di Trump di altri vaccini all'autismo, anche durante la campagna del 2016. Fonti a lui vicine indicavano che Trump voleva incoraggiare i vaccini mentre venivano lanciati ma temeva anche che spingerli attivamente gli avrebbe alienato alcune delle parti più estreme della sua base. I sondaggi dicono che aveva ragione.
Un recente sondaggio della Monmouth University ha mostrato che il 72% dei Democratici ha pianificato di ottenere il vaccino il prima possibile o l'aveva già ricevuto, rispetto a solo il 39% dei repubblicani - un divario maggiore rispetto allo scorso anno.  


 
WSJ
Persone a lui vicine hanno affermato che Trump potrebbe non arrivare a una decisione definitiva sulla candidatura nel 2024 fino a dopo le elezioni di metà mandato del 2022, in cui Trump intende svolgere un ruolo chiave selezionando i candidati e punendo coloro che hanno votato per metterlo sotto accusa. "Sbarazzarsi di tutti loro", ha detto nel discorso. "I RINO da cui siamo circondati distruggeranno il Partito Repubblicano", ha detto, facendo riferimento al termine "Repubblicani solo di nome".
Ha anche criticato il leader della minoranza al Senato Mitch McConnell (R., Ky.), che secondo lui avrebbe perso la sua rielezione in Senato nel 2020 senza il sostegno di Trump. I sondaggi però dicono che McConnell non è mai stato dietro al suo concorrente. La folla ha fischiato un po' McConnell, che ha votato per assolvere Trump nel processo di impeachment ma ha denunciato la retorica dello stesso Trump prima della rivolta. Da allora i due si sono scontrati a parole



Newsweek
Power players 
all'inizio di febbraio nello stato di New York in un caso di elezioni contestate nel 22 ° distretto del Congresso, un giudice si è pronunciato a favore della repubblicana Claudia Tenney, attribuendole la vittoria sul democratico Anthony Brandisi per soli 109 voti, stabilendo così l'ultima competizione indecisa delle elezioni del 2020. Questa decisione rende Tenney la 38esima donna repubblicana che entra al  Congresso quest'anno, battendo il precedente record di 30 stabilito nel 2006 e più che raddoppiando il numero di rappresentanti donne del Partito Repubblicano appena nel 2018. L'ascesa delle donne repubblicane è stata l'unico punto luminoso nelle elezioni del 2020 per un Partito altrimenti malconcio, che ha perso non solo la presidenza ma anche il controllo effettivo del Senato nel ballottaggio in Georgia a gennaio. Ma chiunque si aspetti che queste donne repubblicane agiscano come una forza moderatrice all'interno del partito in virtù della tradizione che storicamente le ha viste sempre più moderate dei loro colleghi di partito uomini e più aperte a negoziare con i parlamentari democratici, probabilmente avrà una grande sorpresa. Questa classe dirigente di donne repubblicane sembra essere la più conservatrice della storia, con un numero più grande del solito le cui opinioni sono nettamente a destra e che apparentemente non sono dell'umore giusto per il bipartitismo. 

Storia di copertina diventa allora quella di Nikki Haley, potenziale front runner nel 2024 nel campo repubblicano stravolto dalla rivolta di Capitol Hill. L'ex governatrice della Carolina del Sud e ambasciatrice USA alle Nazioni Unite - la figlia indiano-americana di immigrati - potrebbe offrire agli elettori il "trumpismo senza Trump" ed essere un temibile sfidante per Kamala Harris.
 
Condividi