Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Lo-stilista-giapponese-Kenzo-morto-per-coronavirus-cba11b1c-6347-4fd1-a57f-13d64f8e4624.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Aveva 81 anni

Francia, lo stilista giapponese Kenzo morto per coronavirus

Condividi
Lo stilista giapponese Kenzo Takada è morto domenica a causa del coronavirus all'età di 81 anni. "E' deceduto domenica 4 ottobre 2020 presso l'American Hospital di Neuilly-sur-Seine", ha annunciato un portavoce in una nota. Kenzo è stato il primo stilista giapponese a stabilirsi a Parigi, dove ha sviluppato tutta la sua carriera raggiungendo la fama internazionale.

Dopo il diploma, Kenzo si trasferisce a Parigi nel 1964. La popolarità per lui arriva nel 1970, anno in cui presenta la sua prima collezione al Vivienne Gallery. Grazie al successo ottenuto, Kenzo è in grado di aprire la sua prima boutique Jungle Jap, e da li' a poco una sua modella appare sulla copertina di Elle.

Nel 1971 le sue collezioni vengono presentate a New York e Tokyo e l'anno seguente ottiene l'ambito riconoscimento Fashion Editor Club of Japan. Nel 1978 e nel 1979 le sue spettacolari sfilate di moda sono tenute nel tendone di un circo.

Contemporaneamente realizza costumi per il teatro, e per il cinema. Dal 1983 il marchio Kenzo lancia una linea di abbigliamento per uomo, e dal 1998 cominciano ad essere prodotti profumi. Il profumo di maggior successo è senz'altro Flower by Kenzo, lanciato nel 2000.

Dal 2001 vengono lanciati anche prodotti per la cura del corpo, sotto il marchio Kenzoki.

Dal 1993 il marchio Kenzo è proprietà della compagnia francese LVMH.

Kenzo Takada annuncia il suo ritiro nel 1999, lasciando la casa di moda Kenzo alla propria assistente.

Nel 2002, riappare sulle scene come decoratore di interni, lanciando una linea di complementi d'arredo e mobili.
Condividi