Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Lukaku-Lautaro-Raspadori-Traore-Dybala-Ronaldo-Buffon-Chiesa-Insigne-Zielinski-Gattuso-7cc7747e-8f1e-401d-9f31-b71297e662c6.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, recuperi

Inter, scudetto ormai vicino. Juventus terza: Napoli ko 2-1

Al 'Meazza' Lukaku e Lautaro stendono il Sassuolo (2-1), che accorcia solo nel finale con Traorè: nerazzurri a +11 sul Milan. Allo 'Stadium' i bianconeri superano i partenopei con le reti di Ronaldo e Dybala e salgono al terzo posto. Arriva troppo tardi il penalty di Insigne

Condividi
L’Inter avanza a grandi passi verso lo scudetto: al ‘ Meazza’, nel recupero (28.ma giornata) della gara rinviata il 20 marzo per Covid, i nerazzurri (cinici) battono 2-1 il Sassuolo e volano a +11 sul Milan (secondo) a nove giornate dalla fine. Count down tricolore ufficialmente iniziato.

Ci provano Obiang e Hakimi, al 10’ i padroni di casa la sbloccano nell’unica vera occasione del primo tempo: cross di Young, splendida capocciata dell’immancabile Lukaku, alla 21.ma rete di un campionato sontuoso. Molto possesso palla degli ospiti, che però non riescono mai a rendersi pericolosi.

Ripresa. Succede poco fino al 67’, minuto in cui l’Inter bussa per la seconda volta nella porta di Consigli: contropiede fulmineo, Lukaku innesca Lautaro Martinez che fa centro con un diagonale mancino. Rete concessa da Irrati dopo un check col Var (non c’è fallo di de Vrij su Raspadori ad inizio azione). All’85’ il Sassuolo accorcia: brutta palla persa da Hakimi, Djuricic serve Traorè che insacca con uno splendido destro a giro. Nel recupero nerazzurri vicini al tris con Sanchez e Hakimi (Marlon fondamentale in chiusura), al 93’ rete annullata a Lukaku, scattato in posizione irregolare. Game over a San Siro.  
 
Juventus-Napoli 2-1
Sei mesi dopo (era il 4 ottobre, terza giornata), si gioca finalmente la tanto discussa Juventus-Napoli e allo ‘Stadium’ finisce 2-1 per la squadra di Pirlo, che scavalca l’Atalanta e sale al terzo posto (-1 dal Milan). Restano fermi in quinta posizione gli azzurri di Gattuso, comunque in piena zona Champions.

Subito errore clamoroso di Ronaldo di testa su cross di Danilo (2’), non è da meno Zielinski al 4’ che calcia alto da posizione molto invitante. CR7 ne sbaglia una, ma non due: grande percussione di Chiesa che si beve Hysaj e Demme, cross basso al centro per il fuoriclasse portoghese che di destro non perdona (25° centro stagionale). Prova a rispondere Fabian Ruiz: conclusione alta. Al 38’ minaccioso Cuadrado, che non riesce però ad angolare il tiro (Meret blocca), a ruota tentativo a giro di Insigne alto di poco.

Ripresa. Buffon si oppone a Di Lorenzo, non trovano lo specchio Chiesa e Cuadrado. Partenopei ancora all’assalto e Buffon al 59’ salva di piede su Insigne. Terza opposizione del portiere bianconero, stavolta su Fabian Ruiz, al 73’ la Juve raddoppia: il neo entrato (e redivivo) Dybala riceve palla da Bentancur e la piazza di sinistro nell’angolino. Al 90’ gli ospiti riducono il passivo: Chiellini stende Osimhen, è rigore, perfetta l’esecuzione di Insigne. Ma è troppo tardi per rimettere in piedi il match.
Condividi