Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Mafie-internazionali-investono-su-farmaci-illegali-online-giro-affari-di-200-miliardi-anno-a1b85e4c-0b67-400f-8e41-c9fb4101f2a2.html | rainews/live/ | true
MONDO

nasce la figura del cyber pusher

Le mafie internazionali investono sui farmaci illegali online, giro d'affari di 200 miliardi l'anno

Un euro investito su uno stupefacente rende 16 volte, sui farmaci 2.500 volte. Per questo motivo le mafie hanno deciso di "investire" sui farmaci illegali e contraffatti. Lo spiega il comandante dei Nas, Cosimo Piccinno 

Condividi
"Le mafie internazionali investono su farmaci illegali e contraffatti. Un euro investito su uno stupefacente rende 16 volte, sui farmaci 2.500. Il giro d'affari accertato è di 50 miliardi l'anno ma c'è chi dice sia pari a 200". Lo ha rivelato il generale dei Carabinieri e comandante dei Nas, Cosimo Piccinno, durante il convegno "Lotta al doping, peculiarità normative e strategie di contratti: aspetti giuridici e operativi" presso la sede del Coni.

"E' nata la figura del cyber pusher", ha detto Piccinno, parlando espressamente di "mafia, n'drangheta, mafia giapponese, cinese, russa". "Le farmacie online sono stimate intorno a 40mila - ha spiegato - l'acquisto di farmaci è anonimo, facile, e i prezzi economici, abbattuti anche del 60%-70%. Non c'è controllo e c'è un elevato rischio contraffazione". Piccinno ha sottolineato come su "600 medici di famiglia intervistati, 240 non sanno che è illegale comprare farmaci con prescrizione online. E' necessario fare una corretta e capillare informazione sul tema". 
Condividi