Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Maltempo-Allerta-arancione-in-Lombardia-Gialla-in-5-regioni-2aeb3e56-b1af-415a-8caa-9885e389ee6f.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Frane, grandine e vento

Maltempo. Allerta arancione in Lombardia. Gialla in 5 regioni

Dopo i forti temporali di ieri pomeriggio il maltempo continua a colpire il nord d’Italia. Inizia la conta dei danni
 

Condividi
Anche per la giornata di martedì la vasta depressione atlantica continuerà a inviare impulsi perturbati verso le regioni settentrionali, con conseguente persistenza, a tratti  intensa, dell'attività temporalesca. Sulla base delle previsioni  disponibili, il Dipartimento della Protezione civile d'intesa con le  regioni coinvolte, alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di  protezione civile nei territori interessati, ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che fa seguito ed estende quello  diffuso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del  Paese, potrebbero determinare criticità idrogeologiche e idrauliche  che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento. L'avviso prevede la persistenza di precipitazioni, a prevalente  carattere temporalesco, su Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia-Romagna e alta Toscana. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti  e in atto è stata valutata per la giornata di domani allerta arancione su gran parte di Lombardia. Valutata, inoltre, allerta gialla in  Emilia-Romagna, Veneto, alta Toscana e gran parte di Liguria, buona  parte di Piemonte, e sul restante territorio della Lombardia.

Modena, maltempo fa cadere grosso ramo su furgone: due feriti in ospedale
Una forte ondata di maltempo ha colpito, in queste ore, la provincia di Modena. La situazione più critica, secondo quanto riferito dai vigili del Fuoco, si è registrata tra Novi e Concordia, dove oltre alla pioggia, numerose folate di vento hanno causato il ferimento di tre persone, due delle quali erano su un furgone su cui si è abbattuto un grosso, sulla carreggiata della strada provinciale. In base a quanto riportato dai carabinieri della città emiliana, i due feriti sono stati trasportati in ospedale in elisoccorso.

I danni causati dal maltempo
Dopo una notte di pioggia ininterrotta la Lombardia resta al centro dell’ondata di maltempo. Frane e smottamenti nella provincia di Sondrio e Como. Tromba d’aria a Gallarate, in provincia di Varese. La forza del vento ha scoperchiato il tetto di un palazzo, ma fortunatamente non ha provocato tanti disagi. Grandinate in Brianza e nella Bergamasca. Si contano i danni nel Comasco, dove una frana sulla sponda orientale del lago di Como ha investito il paese di Blevio. Le strade si sono trasformate in fiumi di fango e detriti, che hanno travolto decine di auto. Alcune famiglie, per precauzione, sono state evacuate dalle loro case. Da ieri lavorano Vigili del Fuoco e personale della Protezione Civile.  Altre frane per i torrenti in piena hanno isolato due frazioni a monte, mentre è stata temporaneamente chiusa anche la ex strada statale 583 Lariana. Il Maltempo non ha risparmiato la città di Como con allagamenti, gradinate e alberi caduti. Danni anche nelle zone di Cantù e Olgiate Comasco.

Confagricoltura Mantova: grandine e forte vento, ancora danni
"Per la terza volta nell'arco di una ventina di giorni, il maltempo torna a far paura in provincia di Mantova. Ad essere flagellata dalla grandine questa volta è stata la parte sud/sud-ovest del nostro territorio. Nelle zone di Sabbioneta e del Casalasco, comprese tra il Mantovano e il Cremonese, sono caduti, come rilevato dai tecnici di Confagricoltura Mantova, chicchi grandi come albicocche, che hanno messo a dura prova le colture in campo, a partire dal mais fino ad arrivare al pomodoro, assai diffuso nell'area". Lo riporta una nota di Confagricoltura Mantova, secondo cui "problemi anche nella zona di Gonzaga, dove chicchi grandi come pesche hanno devastato interi vitigni e hanno causato danni anche alle strutture, con alcune stalle che si sono trovate con vetrate letteralmente bucate". Tra Bondeno e Moglia, fa sapere ancora Confagricoltura Mantova, c'è stata un'altra tromba d'aria, nella stessa zona in cui la violenza del vento si era abbattuta a inizio mese. Anche in questo caso, i primi rilievi (ma per il bilancio complessivo serviranno 24/48 ore) parlano di gravi danni alle colture e di edifici e tunnel per la coltivazione di orticole interamente scoperchiati. Grandine mista ad acqua anche nel Viadanese, dove sembra però che l'entità dei danni sia inferiore a quella riscontrata nella zona di Sabbioneta. In sofferenza in ogni caso le colture, sferzate dai chicchi di ghiaccio. "Siamo al lavoro per una stima dei danni - spiega l'ufficio tecnico di Confagricoltura Mantova - ma intanto ricordiamo che la segnalazione dei danni alle strutture dovrà essere inviata all'Utr di Regione Lombardia entro 20 giorni dall'evento calamitoso. Invitiamo tutti gli associati coinvolti a rivolgersi ai nostri uffici di zona".

Coldiretti: milioni di danni
L’estate 2021 è passata dal clima torrido alle bombe d’acqua e grandinate. Una situazione che nelle regioni del nord colpite dal maltempo in questi ultimi giorni fanno salire la conta dei danni. Secondo i dati dell'European Severe Weather Database (ESWD), Fino ad ora, lungo tutta la penisola si contano già 556 eventi estremi.È quanto emerge dall'analisi della Coldiretti in riferimento all'ultima ondata di maltempo che ha devastato campi di mais, kiwi, vigneti, e ortaggi. "Una vera calamità - sottolinea la Coldiretti - in un momento particolarmente delicato per le coltivazioni agricole con la raccolte in corso mentre ci si avvicina alla vendemmia". L’evento più dannoso, rileva Coldiretti, è la grandine perché  ha distrutto in pochi minuti il lavoro di un intero anno come ad esempio in provincia di Lecco dove coltivazioni di mais e ortaggi sono stati mitragliati dai chicchi dopo la tempesta di acqua, vento e ghiaccio". Nella provincia di Mantova danneggiati i vigneti di merlot, cabernet e chardonnay, ma anche a mais, kiwi e pomodoro.
Condividi