Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Maltempo-neve-sui-monti-tetti-scoperchiati-a-Bergamo-tromba-aria-a-Rosignano-2216a1fc-da7b-4e57-947d-14ce9a73c299.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Napoli: scuole chiuse

Maltempo, neve sui monti, tetti scoperchiati a Bergamo, tromba d'aria a Rosignano

Condividi
Prosegue l'ondata di maltempo sull'Italia. Prima neve in Piemonte, in Valtellina e sui monti della bergamasca. Tromba d'aria a Rosignano, nel Livornese: due feriti. Due anziani,intrappolati nella casa invasa da fango e detriti, salvati dai vigili del fuoco a Varese. Una tromba d'aria si è abbattuta su Salerno, mentre una pioggia torrenziale ha messo in ginocchio il traffico di Napoli, dove le scuole anche oggi rimangono chiuse.

Sono più di 1.000 gli interventi di soccorso effettuati dai vigili del fuoco per il maltempo che da ieri sta interessando il Nord Italia e il versante tirrenico della penisola . Particolarmente coinvolte Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Lazio e Campania. E' quanto si legge in un comunicato del Corpo nazionale.

In Lombardia, nelle province di Varese e Como proseguono gli interventi per alberi abbattuti e dissesti statici, 200 i soccorsi fatti. In Emilia Romagna 120 interventi dei vigili del fuoco tra Parma e Reggio Emilia. Per il forte vento nella zona di Perugia, sono stati 150 gli interventi per il maltempo.

Nella tarda serata di ieri una tromba d'aria ha colpito la zona di Cecina e Rosignano (LI) provocando danni ai tetti di diverse abitazioni. Anche a Roma per le forti raffiche di vento sono stati 140 gli interventi per alberi abbattuti e dissesti statici. In Campania, colpite dal maltempo Salerno e Napoli: 230 interventi tra il capoluogo di regione e Salerno colpita da una tromba d'aria che ha interessato soprattutto la zona orientale.

Prima e copiosa neve in Alta Valtellina, in particolare a Livigno, dove strade e alberi appaiono imbiancati nelle immagini postate da ieri da diversi utenti di Twitter. I primi fiocchi sono caduti anche nella Bergamasca e in Piemonte, in particolare a Sestriere e nelle alte vallate. 

Maltempo nella zona di Gioia Tauro dove, nella tarda serata di ieri, si è abbattuta una tromba d'aria con venti molto forti. All'interno del porto una raffica di vento di particolare intensità ha fatto piegare e buttato giù un'intera fila di container vuoti. A causa delle avverse condizioni meteo, oltre al vento anche un vero e proprio nubifragio, l'attività dello scalo è stata momentaneamente sospesa e poi è ripresa con il turno di servizio dell'una di notte. Non sono stati segnalati danni alle persone.

È stato il vento il nemico numero uno in provincia di Parma nell'ultima allerta meteo segnalata dalla Protezione Civile. Le precipitazioni non sono state di natura violenta anche se in montagna, sui passi appenninici, è caduta nella notte la prima neve: circa cinque centimetri al disopra dei 900 metri. In tutta la provincia invece i Vigili del Fuoco e i tecnici delle amministrazioni comunali sono dovuti intervenire per decine rami spezzati ma anche per diversi alberi caduti a terra. L'episodio più grave nel parco della Cittadella a Parma dove una pianta di notevoli dimensioni è caduta in un prato senza fortunatamente colpire persone o cose.
Condividi