Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Migranti-410-su-nave-Msf-sono-stremati-fateli-sbarcare-54d6f53b-e005-4c47-9148-0100eb5a155c.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La ong chiede un porto sicuro

Migranti, 410 su nave Msf: "sono stremati, fateli sbarcare"

In arrivo a Pozzallo la nave quarantena Adriatico con a bordo 192 migranti

La nave Msf "Geo Barents" in una foto d'archivio (Ansa)
Condividi
Sono 410 i migranti a bordo della "Geo Barents", nave di Medici senza frontiere. Sono stati soccorsi in sette interventi negli ultimi giorni. Tra loro donne, bambini e minori non accompagnati. 

"Sono stremati", afferma la ong che chiede un porto sicuro: "Si dia un porto sicuro per lo sbarco immediato".

Gli ultimi 4 salvataggi, afferma Msf, "sono stati condotti nella zona Sar maltese. Ma Malta ha respinto le nostre richieste di un Pos, affermando che non è in grado di fornire un luogo sicuro".

In arrivo a Pozzallo la nave quarantena Adriatico
È atteso stamani l'arrivo a Pozzallo (Ragusa) della nave quarantena Snav Adriatico con 192 migranti, sbarcati sabato scorso a Lampedusa, quando con 18 eventi in successione dall'alba sono stati oltre mille gli arrivi con l'hotspot arrivato a ospitare in poche ore oltre 1.200 persone. Tra i migranti in arrivo a Pozzallo anche 12 positivi. Da qui saranno poi trasferiti a Crotone.

La macchina dei trasferimenti, coordinata dalla Prefettura di Agrigento, lavora senza sosta: ieri 110 sono stati imbarcati sul traghetto di linea diretto a Porto Empedocle per essere poi trasferiti a Crotone.

Stamani altri 100 migranti lasceranno Lampedusa a bordo della Sansovino, anche per loro la destinazione è il Cara di Crotone. Per altri 80 uomini, invece, la destinazione è Caltanissetta, dove saranno condotti a bordo di una motovedetta. Nel pomeriggio, invece, 80 minori non accompagnati saranno imbarcati sul traghetto di linea diretto a Porto Empedocle. 

Intanto dopo i 18 eventi di sabato Lampedusa respira. Nella notte un solo sbarco: 23, tra cui 8 donne e 2 minori, sono stati intercettati a 5 miglia dall'isola da una motovedetta della Guardia di finanza. 
Condividi