Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Migranti-autorita-francesi-ammettono-sconfinamento-Un-errore-b1fbb2f6-940a-4799-8793-cdea31f709ad.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il caso

Migranti, autorità francesi ammettono sconfinamento: "Un errore"

Condividi
Le autorità francesi ammettono l'"errore" e lo sconfinamento di alcuni agenti della Gendarmeria che sono arrivati nella zona di Claviere, in Piemonte, dove hanno fatto scendere due migranti da un veicolo.

La prefettura del Dipartimento delle Alte Alpi rende noto che "le autorità italiane hanno riferito oggi di un incidente avvenuto venerdì (12 ottobre) al confine franco-italiano, vicino a Montgenèvre".

"Nell'ambito di una missione di rimpatrio di stranieri irregolari, un veicolo della Gendarmeria francese ha attraversato il confine franco-italiano in direzione di Clavière (Italia), senza previa autorizzazione della polizia italiana", afferma ancora la prefettura.

"I primi controlli effettuati dalla prefettura delle Hautes-Alpes confermano questo attraversamento, in contrasto con le disposizioni in vigore. Sembra che la stazione di polizia di Bardonecchia fosse informata correttamente in relazione al trasferimento di due stranieri illegali al confine. Il veicolo della Gendarmeria, tuttavia, non era destinato ad entrare nel territorio italiano", prosegue la nota. 

"I gendarmi, che erano arrivati ​​solo pochi giorni fa nelle Alte Alpi, avevano una scarsa conoscenza del luogo e sono entrati in territorio italiano in circostanze che hanno richiesto un chiarimento. Si tratta in ogni caso, allo stato attuale delle informazioni disponibili, di un deplorevole errore da parte loro", evidenziano le autorità.

"È stata richiesta un'indagine congiunta da parte dell'Ispettorato generale della Gendarmeria nazionale (IGGN) e dell'Ispettorato generale della Polizia nazionale (IGPN) per chiarire i termini di questo intervento. Il contatto sarà stabilito al più presto a livello ministeriale per garantire che vengano prese le misure necessarie per assicurare uno stretto coordinamento tra le forze francesi e italiane alla frontiera ed evitare un nuovo incidente", conclude la prefettura.
Condividi