Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Migranti-in-festa-per-italia-hotspot-a-Lampedusa-5580c8e0-9bc6-4d42-b354-2621d35815d8.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Canti e balli tutta la notte

Migranti in festa per l’Italia nell’hotspot a Lampedusa

Ha coinvolto tutti la vittoria della nazionale italiana agli europei, anche chi è riuscito ad arrivare in Italia per avere una possibilità

Condividi
Fermi seduti uno vicino all’altro. Occhi allo schermo per seguire la lunga partita dell’Italia contro l’Inghilterra, per conquistare il titolo europeo. La tensione dei rigori che poi si scioglie in un grido “campioni di europa” tutti in piedi. È quello che è successo ieri tra i migranti nell’hotspot di Lampedusa. Sulle note "Questo è l'ombelico del mondo" di Jovanotti, suonata dal vivo da un complesso musicale, è scoppiata la festa con balli e canti tra i migranti nell’hotspot e per le strade dell’isola con caroselli di auto che hanno invaso le strade dell'isola più grande dell'arcipelago delle Pelagie. Tante le bandiere tricolori che sventolavano facendo dimenticare per poche ore l'emergenza sbarchi a Lampedusa.
 
Sbarchi in sequenza in mattinata
Superano di nuovo quota 700 i migranti  ospiti nell'hotspot di Lampedusa, dove sono ripresi gli  sbarchi. Quattro in rapida successione: dopo le tre carrette con 75,  17 e 24 migranti, tra cui 10 donne e 12 minori, intercettate dalla Capitaneria di porto e della  Guardia di finanza, infatti, un quarto barchino con 14 migranti di  varie nazionalità, tra cui tre donne e 8 minori, è stato soccorso  dalla Guardia costiera a circa 3 miglia a sud dall'isola, portando a 130 i migranti sbarcati da sulla più grande delle Pelagie. 

La macchina dei trasferimenti
Intanto, la macchina dei trasferimenti, coordinata dalla Prefettura di Agrigento, lavora a pieno ritmo per allentare la pressione sulla  struttura di contrada Imbriacola. In serata  80 migranti lasceranno  l'isola a bordo del traghetto di linea diretto a Porto Empedocle e una volta arrivati nel centro dell'Agrigentino saranno trasferiti a bordo  della nave quarantena Aurelia. Un altro trasferimento è in programma domani mattina: un centinaio di minori non accompagnati dovrebbe essere imbarcato sul traghetto di linea 'Lampedusa' diretto a Porto  Empedocle e da qui raggiungere dei centri fuori dalla Sicilia. Domani è atteso l'arrivo a Lampedusa della nave quarantena Adriatico con 220 posti disponibili.
Condividi