Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Milena-Bertolini-Barbara-Bonansea-Valenciennes-41c5a634-e2cb-4253-99dd-d9a3c21dfedc.html | rainews/live/ | true
SPORT

Mondiali femminili in Francia

Italia, esordio col botto. Doppia Bonansea e ciao Australia: 2-1

A Valenciennes emozionante vittoria in rimonta, con gol-partita all'ultimo respiro, per la nazionale di Milena Bertolini che inizia alla grande la rassegna iridata. Grande protagonista l'attaccante juventina, ma la squadra c'è e fa sognare. Prossimo avversario, venerdì, la Giamaica   

Condividi
di Gianluca Luceri Comincia col botto il Mondiale dell’Italdonne. Grande ribaltone a Valenciennes, con la Nazionale di Milena Bertolini che va sotto con la temibile Australia (sesta nel ranking Fifa), pareggia in avvio ripresa e vince quando l’arbitro aveva ‘quasi’ il fischietto in bocca (2-1). Bonansea show (doppietta e gol annullato... di un soffio) e tre punti pesantissimi per una squadra che ha mostrato cuore, entusiasmo e ottime qualità tecniche.

Partono bene le azzurre che trovano il vantaggio già all’8’ con la Bonansea, colta però dal Var in posizione di fuorigioco davvero millimetrico. Dal possibile vantaggio, si passa invece allo 0-1 per le Matildas. Trattenuta della Gama sulla Kerr, per l’arbitro honduregno Melissa Borjas è rigore: dal dischetto va la Kerr, la Giuliani intuisce, ma sulla ribattuta (proprio sui piedi) la centravanti non sbaglia. L’Italia fatica e al 38’ rischia ancora: testa Logarzo da posizione invitante, la Giuliani dice no. L’australiana però poteva fare decisamente meglio.

Ancora per le avversarie, la prima chance della ripresa (54’): conclusione ravvicinata della Ford, la n.1 Giuliani ci mette un’altra pezza. A ruota, però, il match gira. Erroraccio della Polkinghorne pochi metri davanti l’area, Barbara Bonansea ringrazia, converge sul destro e timbra il pari. Attaccante della Juve ancora pericolosa al 59’ (opposizione della Kennedy), a ruota brividi per una palla che danza pochi metri oltre la linea con la Bartoli che interviene in anticipo evitando guai peggiori. Partita viva, bella, ed è l’Italia a spingere di più. Resta ancora strozzato in gola, all’81’, l’urlo per il possibile 2-1: la milanista Sabatino ribadisce in rete dopo aver colpito il palo, ma il suo scatto di partenza avviene anche stavolta in offside. Pressione delle Matildas nel finale, ma l’Italia tiene con ordine e intelligenza. E al 95’, a pochi secondi dalla fine del recupero, come in un palpitante film-thrilling, la Bartolini-band tocca il cielo con un dito: punizione in mezzo della Cernoia e stacco vincente della Bonansea. E’ il trionfo, ancor più incredibile perché arrivato in rimonta e proprio all’ultimo respiro. E la festa senza freni delle azzurre dopo il triplice fischio, conferma l’importanza di questo splendido debutto iridato contro la sesta forza del calcio mondiale. Prossima gara venerdì 14 contro la Giamaica.  
Condividi