Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Minneapolis-riforma-dipartimento-polizia-Biden-da-famiglia-Floyd-Obama-lottare-contro-chi-divide-4aad1c2e-98b9-4be7-8759-e6709907fdd9.html | rainews/live/ | true
MONDO

Minneapolis riforma dipartimento polizia. Biden da famiglia Floyd. Obama: lottare contro chi divide

Minneapolis taglia i fondi alle forze dell'ordine e smantella il suo dipartimento di polizia, coinvolto nella morte di George Floyd. Biden incontra a Houston la famiglia dell'afroamericano ucciso. Anche il senatore Romney tra i manifestanti che hanno marciato ieri sera verso la Casa Bianca. Appello di Obama ai giovani americani "a combattere chi fomenta divisioni e diffonde falsità".

Washington (Colin Mulvany/The Spokesman-Review via AP)
Condividi
Joe Biden sarà nelle prossime ore a Houston, in Texas, per incontrare privatamente la famiglia di George Floyd, l'afroamericano morto per mano della polizia a Minneapolis. Lo conferma l'entourage dell'ex vicepresidente Usa. Il candidato democratico alla Casa Bianca registrerà anche un videomessaggio che sarà trasmesso domani durante la cerimonia funebre nella città d'origine di Floyd. L'ex vicepresidente non parteciperà in persona alla cerimonia.

La maggioranza del consiglio comunale di Minneapolis, la città in cui è morto  Floyd, ha votato per avviare un processo che dovrà portare a un taglio dei fondi alle forze dell'ordine e allo smantellamento del dipartimento di polizia:"L'obiettivo è quello di riformarlo e di ricostruire insieme a tutta la nostra comunità un nuovo modello di sicurezza pubblica che davvero garantisca la sicurezza di tutti".

Il senatore repubblicano Mitt Romney, ex candidato alla Casa Bianca, è tra le circa mille persone che hanno marciato a Washington verso la Casa Bianca. "Bisogna trovare un modo per porre fine all'ingiustizia e alla brutalità e per rassicurare una volta per tutte la gente che la vita dei neri conta, come la vita di tutti", ha dichiarato Romney. Il senatore, notoriamente un forte critico di Trump ,avrebbe fatto sapere - secondo quanto riportato dal New York Times - che a novembre non voterà per il tycoon.

Un appello a combattere chi fomenta divisioni e diffonde falsità e disinformazione in un periodo in cui gli Usa sono colpiti dalla pandemia e attraversati da proteste e disordini sociali: a lanciarlo è Barack Obama, rivolgendosi ai giovani americani che nel 2020 si sono diplomati e laureati nel corso di una cerimonia virtuale su YouTube a cui hanno partecipato 70 personalità della politica, della cultura e dello spettacolo tra cui Beyoncé, Lady Gaga e Michelle Obama. Quello dell'ex presidente suona come l'ennesimo affondo contro Donald Trump.

Un'automobile si è lanciata contro la folla di manifestanti radunatasi in memoria di George Floyd, nei pressi di Capitol Hill, a Seattle. Il guidatore è poi sceso dal veicolo brandendo una pistola. Secondo quanto riportano le autorità, almeno una persona è stata ferita: i vigili del fuoco del dipartimento di Seattle hanno dichiarato che si tratta di un 27enne, colpito da un proiettile e portato in ospedale in condizioni stabili.
Condividi