Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Molestie-il-gip-archivia-l-inchiesta-sul-regista-Brizzi-993a7cce-baf9-4fb3-a5ee-627002fd3bee.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Roma

Molestie, il gip archivia l'inchiesta sul regista Brizzi

Per il procuratore aggiunto Maria Monteleone e il sostituto Francesca Passaniti, che avevano raccolto lo scorso aprile la versione del regista, i fatti oggetto del procedimento, relativi a episodi avvenuti tra il 2014 e il 2017, "non sussistono". Il gip concorda 

Condividi
"Il Gip di Roma Arturi, rigettando l'opposizione delle persone offese, ha emesso decreto di archiviazione delle accuse di violenza sessuale a carico di Fausto Brizzi". Lo ha comunicato il legale del regista, Antonio Marino. "Si chiude così definitivamente - commenta l'avvocato - la vicenda relativa allo scandalo delle molestie apertasi con i servizi delle Iene". Brizzi era indagato dopo la denuncia presentata da tre ragazze che sarebbero state invitate nel suo loft per un provino. Per il procuratore aggiunto Maria Monteleone e il sostituto Francesca Passaniti, che avevano raccolto lo scorso aprile la versione del regista, i fatti oggetto del procedimento, relativi a episodi avvenuti tra il 2014 e il 2017, "non sussistono". Il gip è stato dello stesso avviso.

Nel provvedimento di archiviazione (di cinque pagine) il gip Arturi spiega che la denuncia presentata da una donna di 30 anni alla quale era stato affidato il ruolo di comparsa in un film di Brizzi per 200 euro complessivi, è stata considerata "vaga e generica", anche alla luce dell'ambiguità del comportamento tenuto dalla stessa presunta vittima che nei giorni successivi ai fatti raccontati all'autorità giudiziaria "non si è astenuta dal ritornare presso lo studio professionale" del regista. Il gip ha infine ritenuto tardive le querele presentata dalle altre due parti offese.

L'iscrizione di Brizzi sul registro degli indagati risale all'aprile del 2018, e le querele erano relative a presunti fatti d'abuso avvenuti nel 2014, 2015 e 2017. Secondo le tre donne, il regista le avrebbe invitate per un provino e le avrebbe poi obbligate a subire atti sessuali. "Lascia onestamente perplessi la ricostruzione della parte offesa in base alla quale Brizzi avrebbe sfruttato la 'posizione di autorità'", prosegue il gip, secondo il quale  "è innegabile l'ambiguità del comportamento tenuto dalla querelante in dipendenza della mancata, convinta, quand'anche tacita, opposizione alle iniziative dell'uomo".

L'avvocato: "E' un uomo sollevato, si sfogherà nel suo nuovo film"
''Il mio assistito è ora un uomo sollevato. Testa bassa si è concentrato in questi ultimi tempi sull'uscita del suo prossimo film 'Modalità aereo', nelle sale il 21 febbraio. Ancora non l'ho visto, ma sicuramente nella pellicola ci saranno molti aneddoti autobiografici. Diciamo che si è 'sfogato' in questo modo''. E' quanto ha dichiarato all'Adnkronos l'avvocato di Brizzi, Antonio Marino.

Renzi: adesso qualcuno dovrà scusarsi con Brizzi
"Per mesi lo hanno mediaticamente massacrato con accuse di molestia infondate. Adesso tutto è stato archiviato. Qualcuno da stasera deve chiedere scusa a Fausto Brizzi". Lo scrive Matteo Renzi su Twitter.
Condividi