Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Mondiali-in-Brasile-piu-costi-o-benefici-79923333-200a-43ce-b366-994b8831435a.html | rainews/live/ | true
FIFA 2014

Dossier Ispi

Organizzare un grande evento sportivo, sono più i costi o i benefici?

Ad ogni evento sportivo la domanda è sempre la stessa: i ritorni effettivi per il Paese sono davvero maggiori della spesa per realizzarlo? Finora è avvenuto solo a Los Angeles nel 1984 e a Barcellona nel 1992 

Condividi
L'organizzazione di grandi eventi sportivi richiede un consistente sforzo economico: costruzione di infrastrutture, impianti sportivi, mantenimento della sicurezza. Costi cui corrispondono anche molti benefici come la crescita del prestigio, l'aumento di turisti nonchè la disponibilità di strutture nuove da utilizzare anche nel futuro.

La domanda che si ripete ad ogni olimpiade o mondiale è sempre la stessa: i benefici previsti sono tali da giustificare e superare i costi? Se si guarda alle precedenti esperienze, la risposta sembra essere no.
 
Ripercorrendo i bilanci dei paesi ospitanti i Giochi olimpici dal 1976 al 2012, sono pochi i casi di successo: su tutti, Los Angeles nel 1984 - per i bassi costi sostenuti - e Barcellona nel 1992 - per l’elevato beneficio in termini di immagine.

E il Brasile? Al momento sulle cifre occorre cautela. Secondo il segretario esecutivo del ministero dello sport brasiliano, Luis Fernandes, la spesa del governo federale per i mondiali di calcio finora è di circa 12,8 mld $, ossia tre volte di più i 4,2 mld $ previsti nel 2007 al momento dell’assegnazione dell’evento sportivo. Ma si pensa che la spesa totale arriverà a 15,1 mld $. Di questi, l’85% verrebbe da fondi pubblici (governo federale, stati e città).

Quali invece i benefici? Secondo un report di Moody’s, che si basa su stime del governo brasiliano, la manifestazione dovrebbe produrre un aumento del Pil di appena lo 0,4% fino al 2019. Un dato contenuto che potrebbe produrre ripercussioni al livello politico in vista delle elezioni presidenziali del prossimo 4 ottobre.
 
Secondo il ministero del Lavoro la manifestazione porterà alla creazione di 380.000 posti di lavoro l’anno fino al 2016. Per il ministero del Turismo in Brasile sono previsti 600.000 arrivi che dovrebbero portare consumi per oltre 3 mld di $. 

Bloomberg ritiene che l’impatto economico si aggirerà intorno ai 24 mld $ mentre uno studio di Ernst&Young stima in 70 mld $ gli investimenti – diretti e indiretti – per i Mondiali.
 
 
Condividi