Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Monza-capotreno-aggredito-da-tre-giovani-italiani-bd6519e3-b09f-4d7d-94db-93adbd814f4c.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Violenza sulle ferrovie

Monza, capotreno aggredito durante un controllo. Fermati tre giovani italiani

L'uomo, 50 anni, non è rimasto ferito in modo serio. I picchiatori, di origine magrebina, sono stati fermati alla stazione di Arcore dai carabinieri. Due di loro sono minorenni

Condividi
Un nuovo caso di violenza sui treni, stavolta in provincia di Monza, scuote il Nord Italia. Tre giovani italiani di origini magrebina hanno assalito un capotreno delle Trenord, società ferroviaria lombarda, colpevole di aver chiesto loro di mostrare il biglietto. I ragazzi, due dei quali di 17 anni, non l'avevano. Hanno iniziato quindi a colpire con calci e pugni, anche in volto, il capotreno, di 50 anni e originario di Civate (Lecco). L'impresa dei tre si è conclusa alle 16.30 alla stazione di Arcore con la cattura da parte dei carabinieri della compagnia di Monza. L'uomo aggredito non ha riportato ferite serie. 
 
L'episodio è il secondo del genere che accade nell'ultimo mese in Lombardia. La volta scorsa un controllore era stato aggredito da giovani originari del Sud America armati di machete che, nella collutazione scaturita ancora una volta dal controllo dei biglietti, avevano quasi tranciato di netto un braccio al dipendente delle Ferrovie Nord nei pressi della fermata milanese di Villapizzone.
Condividi