Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Mosca-banda-di-nordcoreani-rubava-cani-di-razza-per-rivenderli-ai-ristoranti-5697d44e-a9a0-42a4-8c5a-04ea7627405b.html | rainews/live/ | true
MONDO

Mosca, banda di nordcoreani rubava cani di razza per rivenderli ai ristoranti

Condividi


Nella cittadina di Stupino, provincia di Mosca, un gruppo dei cittadini ha fermato, consegnando alla polizia, una famiglia nordcoreana che rubava i cani di razza per rivenderli ai ristoranti nordcoreani, poiché la carne canina è considerata una prelibatezza. Da metà marzo sono scomparsi ben 25 cani. Si è riusciti a riscontrare in alcuni casi le stesse modalità: un uomo e una donna dall’aspetto asiatico a bordo di una “Volga” di colore nero erano presenti nella scena della scomparsa dei cani. Tutti i furti sarebbero avvenuti nei pressi di Stupino. I compagni di sventura hanno deciso di fare i pattugliamenti della zona e chiedere alla cittadinanza attiva di segnalare la presenza in zona di una “Volga” nera. Un abitante locale ha segnalato la presenza dell’auto nera e si è lanciato all’inseguimento. L'auto ha bucato una ruota ed è stata costretta a fermarsi. All’interno c’erano un uomo, una donna e un altro giovanotto, ma anche un cane malridotto. La polizia, giunta sul posto, ha identificato i tre come membri della stessa famiglia nordcoreana: padre, madre e figlio. All’interno dell’abitacolo sono state trovate tracce di sangue e nel portabagagli 21 collari diversi.

Le indagini sono ancora in corso, ma, secondo l’ipotesi investigativa, i tre avrebbero rubato i cani per rivenderli ai ristoranti della cucina nordcoreana, dove la carne canina viene lodata per le presunte proprietà curative. In Corea il consumo della carne canina ha una lunga tradizione. Dopo la divisione del paese però, la Corea del Sud sta abbandonando quest’usanza, mentre la Corea del Nord, paese chiuso e senza contatti con il mondo esterno, continua considerare la norma di vita il consumo della carne canina.
Condividi