Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Napoli-terza-sparatoria-in-poche-ore-dopo-uccisione-del-diciassettenne-colpi-di-kalashnikov-a-soccavo-6f4f7bdd-9e0d-44a1-b6dc-692df8a76396.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Indagini della polizia

Napoli, terza sparatoria in poche ore. Dopo uccisione diciassettenne colpi di kalashnikov a Soccavo

Sparatorie intimidatorie nel quartiere di Soccavo dove sono stati esplosi decine di colpi di pistola e kalashnikov. Ieri a sparare è stato un gruppo di giovani in scooter, un proiettile si è anche conficcato nel solaio del balcone di un appartamento. Gli episodi forse sono la risposta ad un altra sparatoria avvenuta nella stessa zona.  

Polizia a Napoli
Condividi
Ancora colpi d'arma da fuoco esplosi all'impazzata nella zona di Soccavo alla periferia di Napoli. Gli ultimi raid sono stati compiuti tra ieri pomeriggio e questa mattina: terrore tra i residenti e alcuni danni, ma nessuna persona è rimasta ferita.  

Il primo episodio è avvenuto alle ore 16.55 tra via Montagna Spaccata e via Epomeo dove i residenti hanno segnalato alla polizia una serie di spari. Gli agenti hanno rinvenuto in strada un proiettile e due bossoli calibro 9x21 Luger esplosi, secondo le testimonianze raccolte, da sei ragazzi in sella a tre scooter che non indossavano il casco ma dei cappucci. Due ogive sono state poi scoperte nel solaio di un balcone al secondo piano di uno stabile di via Epomeo. Il proprietario dell'abitazione è un incensurato.

Il secondo episodio alle 20.20 di ieri in via del Discobolo, sempre a Soccavo. Qui 4-5 scooter con a bordo alcuni giovani sono stati protagonisti del secondo raid. Un colpo si è conficcato nel solaio di un altro balcone al terzo piano dove abita una donna non conosciuta dalle forze dell'ordine. La polizia ha rinvenuto, in via del Discobolo, 15 bossoli calibro 9.

Ultimo atto intimidatorio questa mattina intorno alle 6.30 in via Catone, nel rione Traiano. Qui la polizia ha repertato in strada 21 bossoli di kalashnikov, un proiettile inesploso e un frammento di ogiva. Sette fori di colpi d'arma da fuoco hanno raggiunto una porta-finestra di un incensurato 32enne. Forati i tubi del gas e dell'acqua che hanno portato le aziende interessate alla chiusura dell'erogazione dei servizi. 

Quanto avvenuto nelle ultime ore segue una serie di avvenimenti simili che si sono già verificati tra venerdì e sabato scorsi quando sono stati esplosi 60 proiettili tra kalashnikov e pistole tra via Tertulliano e via Romolo e Remo, sempre nella stessa zona. Alcuni proiettili hanno raggiunto la vetrina di una pizzeria gestita da una donna già nota alle forze dell'ordine. Ancora spari tra sabato e domenica in via IV Novembre, dove sono stati trovati bossoli calibro 9x21 e via Bucoliche, sempre nel quartiere Soccavo, dove una quarantina di colpi calibro 7,62 sono stati esplosi contro l'ingresso, una parete e un'auto di una donna e due figlie gemelle incensurate.
Condividi