Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Naufragio-Tunisia-migranti-dispersi-Zwara-Libia-Bangladesh-689e9c0e-cf38-4df3-85cf-e14dee0106b3.html | rainews/live/ | true
MONDO

La rotta del Mediterraneo

Ancora un naufragio al largo della Tunisia: dispersi decine di migranti partiti dalla Libia

Il governo tunisino: "I dispersi sono annegati". A bordo del barcone, secondo una prima ricostruzione, ci sarebbero state circa una novantina di persone ma al momento non è chiaro se fossero tutte del Bangladesh o vi fossero anche migranti di altre nazionalità

Condividi
Oltre 50 persone risultano disperse dopo il naufragio a largo della Tunisia di un'imbarcazione di migranti diretta in Europa. Lo rende noto il ministero della Difesa tunisino, aggiungendo che 33 dei migranti a bordo sono stati tratti in salvo.

"Ci sono 33 superstiti", ha riferito Flavio Di Giacomo portavoce dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), "tutti sembra provenienti dal Bangladesh".



A bordo dell'imbarcazione c'erano oltre 90 persone, che avevano lasciato domenica il porto libico di Zuara. Non è chiaro cosa abbia causato il naufragio, ma spesso queste barche sono sovraccariche di persone e navigano anche in condizioni meteo estreme. 

I soccorritori tunisini hanno portato i superstiti al porto di Zarzis, circa 100 chilometri a nord-ovest di Zuwara.

I soccorsi sono stati effettuati dalle autorità tunisine che già ieri avevano salvato 113 migranti al largo dell'isola di Djerba provenienti da Bangladesh, Sudan, Eritrea ed Egitto: anche loro erano partiti domenica da Zwara.

Il governo tunisino: "I dispersi sono annegati"
Secondo il governo tunisino i 50 dispersi sono annegati. Il portavoce del ministero della Difesa, Mohamed Zekri, ha aggiunto che altre 33 persone sono state salvate dai lavoratori di una piattaforma petrolifera. La barca, ha spiegato, è affondata al largo di Sfax, dove navi della marina sono state inviate a cercare le persone disperse.
Condividi