Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Navalny-a-Pe-non-ultimo-a-subire-attacco-f6b394cf-927d-4644-8ca5-04be83af7a09.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Russia

Navalny a Pe: non sarò l'ultimo a subire attacco. Unico modo per sviluppo Russia è via verso Ue

La commissione Affari esteri del Parlamento europeo ha incontrato Alexei Navalny, uno dei principali oppositori russi, con un dibattito in streaming

Condividi
"Grazie ai deputati per il sostegno che mi hanno dato su questi avvenimenti recenti. Io non sono il primo ad avere subito un attacco del genere e non sarò l'ultimo purtroppo. E' importante che i russi sappiano che l'Europa in toto ed il Parlamento Ue europeo non resterà in silenzio di fronte a questi avvenimenti". Così l'oppositore russo Alexiei Navalny in videoconferenza con il Parlamento europeo. 

"E' venuto il momento di mettere su una nuova strategia per vedere come comunicare ora con la Russia. Ci dovrebbe essere una linea divisoria molto chiara, da una parte la popolazione russa che deve essere trattata in modo caloroso ed all'altra lo Stato russo che invece deve essere trattato come un gruppo di criminali che stanno tenendo il potere nelle loro mani".

Navalny ha poi precisato che sulle sanzioni "fino ad ora l'approccio della Ue e del Pe è di imporre delle sanzioni a coloro che fanno delle cose tecnicamente cattive, ma questa è gente che non va nel resto del mondo e dunque non li si tocca con le sanzioni".    Secondo l'oppositore russo "dobbiamo chiederci perché questa gente avvelena, uccide e falsifica le elezioni. Lo fa per i soldi e dunque l'Unione dovrebbe mirare al denaro" e "il bersaglio delle sanzioni devono essere gli oligarchi vecchi e nuovi, tipo il circolo attorno a Putin". In questo modo "la Russia tratterà le sanzioni seriamente".

Lo stato russo deve essere trattato  - da parte dell'Ue - come un gruppo di criminali che temporaneamente hanno il potere nelle loro mani. Può sembrarvi radicale ma io credo che questa sia una giusta descrizione di quello che sta succedendo". Ha detto l'oppositore russo Alexei Navalny. "Unico modo per uno sviluppo in Russia è una via che ci porti verso l'Unione europea".
Condividi