Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Navalny-interrompo-lo-sciopero-della-fame-Ieri-appello-dei-medici-1a33bfaa-3931-4b16-a74d-a00036316709.html | rainews/live/ | true
MONDO

Russia

Navalny: metto fine allo sciopero della fame. Ieri l'appello dei medici

Condividi
L'oppositore russo in carcere Alexiei Navalny fa sapere di aver deciso di mettere fine allo sciopero della fame annunciato il 31 marzo per chiedere cure adeguate per i forti dolori alla schiena e alle gambe. Lo riporta la testata online Meduza citando il profilo Instagram del dissidente. 

"Amici, il mio cuore è colmo di amore e gratitudine per voi - scrive Navalny - ma non voglio che qualcuno provi sofferenza fisica a causa mia. Non annullo la mia richiesta di essere visitato da un medico, perdo la sensibiltà di alcune parti delle braccia e delle gambe e voglio capire di cosa si tratta e come può essere curato, ma tenendo conto del progresso e di tutte le circostanze, inizio la mia uscita dallo sciopero della fame. Secondo le regole, questa potrà durare ancora 24 giorni e dicono che sarà ancora più difficile".

Ieri i medici di Alexei Navalny avevano esortato l'oppositore russo a terminare immediatamente lo sciopero della fame, avvertendolo che altrimenti potrebbe morire.

"Se lo sciopero della fame continua anche per un periodo di tempo minimo, purtroppo, semplicemente, presto non avremo nessuno da curare", avevano affermato in una nota.I medici, a cui è stato negato l'accesso a Navalny

I test sono stati effettuati in un ospedale della città di Vladimir, ad est di Mosca.I medici - che avevano curato il leader dell'opposizione prima che fosse imprigionato - avvertono che i problemi ai reni e al sistema nervoso di Navalny suggeriscono che potrebbe morire presto se lo sciopero della fame dovesse protrarsi ancora.



 
Condividi