Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Nave-turca-Oruc-Reis-raggiunge-la-zona-ricerche-Erdogan-daremo-ad-Atene-risposta-che-merita-b47eff8c-7a61-4962-898e-cd9c502529bd.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il caso Oruc Reis

Nave turca raggiunge la zona ricerche. Erdogan: daremo ad Atene risposta che merita

Il ritorno della Oruc Reis nelle acque contese con la Grecia, insieme a due navi da appoggio e a una scorta della Marina militare di Ankara, ha riacceso lo scontro sulla sovranità nel Mediterraneo

Condividi
La nave da ricerca sismica turca Oruc Reis ha raggiunto l'area del Mediterraneo orientale in cui sono previste le sue operazioni e ha iniziato ieri a effettuare i primi sondaggi per la ricerca di idrocarburi.

Lo ha annunciato il ministro dell'Energia turco Fatih Donmez, parlando a una conferenza di settore. I primi rilievi sismici, ha aggiunto, sono attesi in giornata. 

Il ritorno, almeno fino al 22 ottobre, della Oruc Reis nelle acque contese con la Grecia, insieme a due navi da appoggio e a una scorta della Marina militare di Ankara, ha riacceso lo scontro sulla sovranità nel Mediterraneo. 

"Continueremo a dare alla Grecia e all'amministrazione greco-cipriota la risposta che meritano", ha dichiarato il presidente turco Recep Tayyp Erdogan, durante un discorso ad Ankara. Per il presidente turco le due parti "non hanno mantenuto le loro promesse nei colloqui tenuti nelle piattaforme dell'Ue e della Nato".

Ieri Germania e Stati Uniti hanno sollecitato Ankara a interrompere le attività della nave, considerate illegali perché in violazione della zona economica esclusiva di Grecia e Cipro.

Scoperto altro giacimento nel Mar Nero
La Turchia ha scoperto ulteriori riserve di gas naturale nel Mar Nero, dopo il giacimento Tuna-1 di 320 miliardi di metri cubi trovato a luglio.

Lo ha detto il suo presidente Recep Tayyip Erdogan, che sabato si recherà sulla nave da perforazione Fatih per ispezionarne le attività e annunciare "la quantità delle nuove riserve".

Secondo Ankara, il gas trovato la scorsa estate a 170 km dalla costa turca sarà reso disponibile per il consumo nel 2023, centenario della repubblica. 
Condividi