Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Netanyahu-cerca-voti-Annettero-la-Valle-del-Giordano-4bf24452-9f9d-43d8-bdba-a7de65beee1d.html | rainews/live/ | true
MONDO

Israele e il Medio Oriente

Netanyahu cerca voti: "Annetterò la Valle del Giordano"

Elezioni anticipate il 17 settembre

Condividi
Alla ricerca di consensi in vista delle prossime elezioni politiche del 17 settembre, Benjamin Netanyahu ha acceso un'altra miccia nella polveriera mediorientale, promettendo agli elettori che, in caso di vittoria, Israele si annetterà la Valle del Giordano. "E' un luogo sul quale possiamo affermare la nostra sovranità immediatamente dopo le elezioni", ha detto il premier israeliano, con una mossa destinata, se diventerà realtà, a distruggere definitivamente le opportunità per la nascita di uno Stato palestinese.

La Valle del Giordano, infatti, costituisce un terzo della Cisgiordania, e una sua grande parte è nel 60% di territori in cui nel corso degli anni si sono insediati i coloni israeliani.

La proposta, ha reagito Hanan Ashrawi, alta funzionaria palestinese, "distrugge ogni possibilità di pace" in un'area in cui già da giorni è un andirivieni di razzi e droni. "La regione precipiterà nella violenza", ha sottolineato il ministro degli Esteri giordano, Aymane Safadi, mentre il Segretario generale del'Onu, Antonio Guterres, ribadiva che "una prospettiva del genere non ha effetti sul piano della legalità internazionale" e, invece, "sarebbe devastante per un eventuale rilancio dei negoziati e la soluzione dei due-Stati".
Condividi