Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Notte-dei-ricercatori-2015-programma-Europa-celebra-la-scienza-97c47b23-5369-4cb2-9464-b0cce00ee2a2.html | rainews/live/ | true
SCIENZA

Decima edizione

L'Europa celebra la scienza: torna la Notte dei ricercatori

Il 25 settembre migliaia di iniziative in 280 città. Moltissimi appuntamenti anche in Italia con conferenze, spettacoli, visite guidate, musica dal vivo

La locandina della Notte dei Ricercatori
Condividi
Una lunga notte interamente dedicata alla scienza. In tutta Europa venerdì 25 settembre torna la Notte dei ricercatori. Migliaia di eventi in 280 città, conferenze, spettacoli, visite guidate, musica dal vivo: nell'iniziativa promossa dalla Commissione Europea ci sarà solo l'imbarazzo della scelta.

Italia in prima linea 
Anche l'Italia sarà in prima linea, con 22 città coinvolte e centinaia di eventi in programma. Dalle biotecnologie all'astronomia e alla fisica, sarà l'occasione per scoprire il fascino dell’innovazione.

Astronauti, radiotelescopi e macchine della verità 
Quattro i progetti principali in cui si suddivide l'iniziativa. In undici città, da Roma a Milano, da Trieste a Bologna e Catania, si svolgerà “Dreams”, coordinato e realizzato da Frascati Scienza. Vi partecipano, tra gli altri, Asi, Cnr, Enea, Esa, Inaf e Infn. Tra le principali attività proposte, aperitivi scientifici, mostre, visite a siti archeologici, spettacoli di divulgazione scientifica. Se nella sede dell'Agenzia Spaziale Italiana a Tor Vergata a Roma, ad esempio, gli astronauti Maurizio Cheli e Umberto Guidoni racconteranno la loro esperienza, a Pisa ci si potrà sottoporre al test della macchina della verità e in Sardegna saranno organizzate visite al nuovissimo radiotelescopio Sardinia Radio Telescope, costruito a una quarantina di chilometri da Cagliari.

Genova chiama Antartide
In Liguria, tra Genova, Albenga e La Spezia, si svilupperà invece “Party don't Stop”, che avrà come filo conduttore il tema “i ricercatori cambiano il mondo”. In programma ci sono esperimenti, laboratori, chiacchierate, osservazione del cielo notturno e degli animali del mare, concorsi, sfide sportive, di abilità, di fantasia e in costume, prove di cucina, momenti teatrali e concerti ideati e proposti dai ricercatori. È previsto anche un collegamento con la base Concordia in Antartide.

Sulla nave oceanografica ad Ancona 
Ancona, L'Aquila e Perugia sono invece le sedi del progetto “Sharper”, che punta a mostrare esempi di ricerca di eccellenza. In calendario ci sono spettacoli, incontri e caffè scientifici, performance tra arte e scienza, giochi di ruolo e appuntamenti conviviali. Ad Ancona, ad esempio, si potrà salire a bordo della nave oceanografica G. Dallaporta, dove i ricercatori dell’Istituto di scienze marine illustrano i progetti ‘Tartalife’ sulla protezione delle tartarughe Caretta Caretta e Balmas per il controllo e la gestione delle acque di zavorra delle navi.

A Torino si cammina sull'acqua 
In Piemonte la Notte dei ricercatori sarà invece organizzata nell'ambito del progetto “Tracks”. In sei città sono in programma oltre 100 attività con laboratori, esperimenti interattivi, giochi, dibattiti e conferenze, performance teatrali, musica dal vivo, show. A Torino, in Piazza Castello, si potrà ad esempio tentare di camminare sull’acqua, o più precisamente su un fluido composto da acqua e amido di mais. A dimostrazione che con la scienza si possono quasi compiere miracoli.

Qui il programma completo
Condividi