Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Nuovi-scontri-a-Baltimora-dopo-la-morte-di-Freddie-Gray-b99d292c-2d68-4244-9df9-fda378b60c19.html | rainews/live/ | true
MONDO

Nuovi scontri a Baltimora dopo la morte di Freddie Gray

Nuove proteste e scontri a Baltimora per Freddie Gray, l'afroamericano morto in ospedale una settimana dopo il suo arresto. La polizia ha fermato 12 manifestanti

Condividi
Ancora tensione e scontri a Baltimora, dove migliaia di persone sono tornate in piazza per protestare per la morte di Freddie Gray, il 25enne afroamericano deceduto in ospedale per fratture alla spina dorsale una settimana dopo il suo arresto. La protesta era cominciata in modo pacifico di fronte al Comune ma all'improvviso molti dimostranti si sono diretti verso lo stadio di baseball Camden Yards, dove si svolgeva la partita Baltimore Orioles-Boston Red Sox. Sono seguiti lanci di bottiglie e scontri con la polizia, ritenuta responsabile della morte di Gray e da mesi nel mirino in diverse citta' americane per abusi e uccisioni di afroamericani. Danneggiate auto e vetrine di negozi. Dodici persone sono state fermate. 

Domani si terranno i funerali di Gray, e si temono ulteriori proteste e disordini. A scatenare la rabbia della comunità afroamericana è il fatto che la polizia non abbia mai spiegato i motivi del brutale arresto del giovane, documentato da un video che lo riprende mentre viene trascinato dagli agenti dentro un furgone, e che Gray non abbia ricevuto assistenza medica,

I capi della polizia di Baltimora hanno ammesso violazioni durante l'arresto del giovane. L'indagine che mira a capire le dinamiche dell'incidente che ha portato alla morte di Gray è ancora in corso.
Condividi