Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Omicidio-a-Prato-Fermato-uno-dei-due-aggressori-f1fc4aa6-d395-4ebe-b11c-7bdd684eaaf0.html | rainews/live/ | true
ITALIA

È caccia all'altro uomo

Omicidio a Prato, fermato uno dei due aggressori

Tutto sarebbe partito da una lite. Molti ancora i punti da chiarire

Condividi
Sarebbe un uomo di 35 anni, uno dei due presunti responsabili della morte di Gianni Avvisato, 38 anni, ex personal trainer e cameriere. L’uomo è stato ucciso, ieri, con un colpo di pistola davanti casa a Comeana, nel comune di Carmignano, frazione di Prato. L’uomo è stato arrestato la notte scorsa dai Carabinieri.
 
Interrogato davanti ai suoi avvocati il 35enne avrebbe confermato di aver partecipato alla lite che poi avrebbe portato all’omicidio. L’uomo però avrebbe anche dichiarato di non essere stato lui a sparare e che non sapeva che l’altra persona, che era con lui, era armata.
 
A lui i Carabinieri sono risaliti grazie a un testimone che aveva scritto il numero di targa dell'auto con la quale due aggressore sarebbero fuggite dopo il delitto in strada.
 
Ora è caccia al secondo aggressore. Da alcune indiscrezioni, dove il condizionale è d’obbligo, sarebbe un fiorentino che doveva essere agli arresti domiciliari.
Condividi