Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Open-Arms-Salvini-processo-Reazioni-Meloni-Scioccante-Lupi-Precedente-grave-tajani-perche-solo-lui-fcaf00f5-a6f1-4c7b-9bf0-4336b5a9b375.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Le reazioni della politica

Open Arms, Salvini a processo. Meloni: "Scioccante", Tajani: "Perché solo lui?"

Matteo Salvini grida al "processo politico", l'accusa è sequestro di persona e rifiuto di atti d'ufficio per il caso della nave della Ong Open Arms, che nell'agosto 2019 con 147 migranti a bordo fu costretta in mare per la mancata assegnazione di un porto sicuro

L'ex ministro dell'Interno e leader della Lega Matteo Salvini
Condividi
L'attesa della Open Arms prima di attraccare a Lampedusa "è stata una battaglia politica sostenuta da alcuni partiti. Questa non è una ong che si occupa di soccorso, è una ong che fa politica. E in tribunale ci confronteremo su questo. Io i voti li ho presi dagli italiani. Questo comandante spagnolo non è stato eletto da nessuno, magari si candiderà e verrà eletto in Spagna", ha dichiarato il leader della Lega Matteo Salvini, incontrando i cronisti a Palermo, dopo essere stato rinviato a giudizio per il caso Open Arms.

Antonio Tajani: "Perché solo Matteo Salvini?"
"Perché solo Matteo Salvini è stato rinviato a giudizio per la vicenda Open Arms visto che si è trattato di una decisione condivisa da più ministri del governo Conte1? Per noi la legge deve essere uguale per tutti e non soggetta a interpretazioni politiche. Siamo solidali con Matteo Salvini", dice Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia.

Giorgia Meloni: "Scioccante mandare a processo il ministro dell'Interno"
"Totale solidarietà mia e di Fratelli D'italia al leader della Lega Matteo Salvini, rinviato a giudizio nel caso Open Arms. È scioccante che venga mandato a processo chi da ministro dell'Interno ha fatto solo quello che il suo mandato gli imponeva di fare: difendere i confini della nazione e combattere l'immigrazione clandestina di massa. A Matteo il mio abbraccio sincero", ha dichiarato Meloni.

Angelo Bonelli: "Ha usato il ruolo di ministro per fare campagna elettorale"
"Salvini non faccia la vittima di un complotto politico giudiziario perché nessuno può essere al di sopra della legge nemmeno chi ha avuto il beneficio di rateizzare un debito con lo stato di 49 milioni di euro in comode rate di 80 anni, e che ora dovrà spiegare in un'aula di un tribunale perché ha sequestrato per settimane 160 migranti di cui 28 erano minori nonostante le ripetute richieste di consentire lo sbarco per motivi umanitari", afferma in una nota il coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli che aggiunge: "Salvini non ha difeso i confini del nostro paese come lui ha sostenuto ma non ha rispettato i diritti umani come anche stabilito dal comitato Onu per i diritti umani, che il 29 gennaio ha condannato l'Italia per essere intervenuta in ritardo per soccorrere la nave Open Arms violando anche il diritto internazionale marittimo. Deve essere chiaro, a Salvini in primis, che il ruolo di ministro non può essere utilizzato per una campagna di propaganda elettorale permanente ma per governare un paese nel rispetto delle leggi nazionali e internazionali. Nel processo Salvini ci spieghi quale pericolo potevano rappresentare per i confini italiani 142 migranti e 28 minori lasciati in mezzo al mare per settimane".

Erasmo Palazzotto: "Stagione illegittima e disumana"
"Non so se ci sarà un giudice a Palermo o a Berlino che la condannerà per la sua disumanità Senatore Salvini, quello che so è che per il momento, anche se si da molto da fare nella sua veste di lotta e di Governo, quella stagione illegittima e disumana è archiviata. Ed è questa la cosa importante: che diritti fondamentali delle persone non vengano violati come quando lei era Ministro dell'Interno. Adesso, perché quella stagione non torni, i progressisti hanno il dovere di lavorare ad una nuova agenda sulle migrazioni che si fondi sul diritto e sui diritti. Solo così sconfiggeremo la narrazione xenofoba e nazionalista dei Salvini e degli Orban", afferma in una nota il deputato di LeU.

Susanna Ceccardi: "Il Capitano verrà processato per aver difeso l'Italia e gli Italiani"
"Il tribunale di Palermo ha deciso di rinviare a giudizio Matteo Salvini per sequestro di persona aggravato. Capite bene? Il Capitano verrà processato per aver difeso l'Italia e gli Italiani, ditemi voi se questa può ancora essere definita 'giustizia'...". Scrive su Twitter Susanna Ceccardi della Lega.

Francesco Laforgia: "Salvini ha utilizzato corpi umani per far crescere il suo consenso"
"Sulla Open Arms Salvini è stato rinviato a giudizio. Avrà un processo e si difenderà in quella sede. Ma il giudizio politico, per me, prescinde dall'esito di quel processo. Salvini ha utilizzato corpi umani, indifesi, per far crescere il suo consenso. Aver liberato tossine di intolleranza nel Paese è la sua più grande responsabilità", ha scritto su Facebook Laforgia.

Maurizio Lupi: "Precedente gravissimo e pericolosissimo che deve preoccupare tutti"
"È incredibile che si usino I tribunali per contestare scelte politiche, oltretutto creando un precedente gravissimo e pericolosissimo che deve preoccupare tutti, politica e istituzioni. Questo intervento a gamba tesa con uso della giustizia per contrastare un avversario politico è un errore  enorme. Esprimiamo naturalmente solidarietà a Salvini, ma dovrebbero esprimerla tutte le forze politiche con determinazione".

Roberto Occhiuto: "Sembra tanto il 'metodo Berlusconi'"
"In Italia, nel 2021, un ex ministro dell'Interno dovrà andare a processo per sue decisioni, condivise con il premier di allora e con gli altri ministri, in merito alla gestione dell'immigrazione clandestina. Un membro di un governo che ha agito in quanto tale viene dichiarato perseguibile per sue scelte, prese alla luce del sole e che avevano l'unico palese obiettivo di salvaguardare la sicurezza pubblica e limitate il fenomeno degli sbarchi incontrollati. Quello adottato contro Salvini sembra tanto il 'metodo Berlusconi', che una parte della magistratura ha scientificamente messo in atto da 27 anni a questa parte ai danni del leader di Forza Italia. La decisione di oggi appare davvero incomprensibile, e ci consegna un'ulteriore riflessione sull'esigenza ormai non più derogabile di una organica riforma della giustizia", afferma Occhiuto.

Licia Ronzulli: "Scelta squisitamente politica"
"Il rinvio a giudizio per un ex ministro a cui si imputano responsabilità penali per la scelta squisitamente politica - e presa in modo collegiale con altri ministri e con lo stesso presidente del Consiglio - di difendere i confini italiani e quindi europei accende nuovamente un campanello d'allarme sul funzionamento del nostro sistema giudiziario", scrive Licia Ronzulli (Fi) secondo cui "oltretutto, è assurdo che per la stessa ipotesi di reato una procura chieda l'archiviazione e un'altra il processo". "È chiaro - conclude - che siamo di fronte a un altro processo politico che sarà pagato con i soldi dei contribuenti. Salvini affronterà anche questa a testa alta, ma il problema è più grande: serve una riforma per mettere fine all'uso politico della Giustizia".
Condividi