Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Palermo-militante-di-Forza-Nuova-legato-mani-e-piedi-e-pestato-in-strada-d4ff0e6c-7fe6-4aef-b031-150562d90259.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Nel centro della città

Palermo, militante di Forza Nuova legato mani e piedi e pestato in strada

L'agguato da parte di un gruppo a volto coperto

Condividi
Il responsabile provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino, è stato bloccato, legato mani e piedi e pestato da alcune persone con il volto coperto da sciarpe nella centrale via Dante, a Palermo. L'uomo è stato ricoverato in ospedale.

L'aggressione è avvenuta in via Dante, nei pressi di Piazza Lolli. Ursino è stato accerchiato da una mezza dozzina di persone, vestite di nero e con i volti coperti da sciarpe o da passamontagna; del gruppo farebbe parte qualcuno che ha documentato il pestaggio con le immagini video di un telefonino.

Il dirigente di Forza Nuova, titolare di un laboratorio di tatuaggi nella vicina via Marconi, è stato legato con del nastro da imballaggio e picchiato a sangue. La vittima dell'aggressione ha contusioni al volto e una ferita alla testa; i sanitari del 118 lo hanno trasportato al Pronto Soccorso del Civico.

Comizio Forza Nuova, sale la tensione in città
E montano tensione e polemiche, a Palermo, dopo l'annuncio che il leader di Forza Nuova, Roberto Fiore, candidato alle elezioni nazionali come capo politico della lista "Italia agli Italiani", sarà sabato prossimo nel capoluogo siciliano per un comizio. Un appello è stato rivolto al Prefetto ed al Questore dal Forum antirazzista, che raccoglie una ventina di sigle, per chiedere di non autorizzare la manifestazione politica.  

Fiore: ritorno tecniche brigatiste, ora mobilitazione
"Dopo una campagna d'odio seminata dal Gruppo Espresso e seguita da tutta la sinistra inclusa Liberi e Uguali, si scatena l'odio comunista contro Forza Nuova: a Palermo un dirigente forzanovista è stato colpito sul posto di lavoro, per poi essere legato e vigliaccamente massacrato di botte in dieci contro uno", dice Roberto Fiore. "Invito tutti i militanti di Forza Nuova e tutti gli alleati di Italia agli italiani alla mobilitazione piena per evitare che la violenza comunista unita ai poteri forti soffochi la nostra voce". "Siamo tutti con Massimo Ursino, e questo sabato sarò a Palermo". 

Il sindaco Orlando: fascismo non si combatte con squadrismo ma con cultura
"Quanto avvenuto stasera con l'aggressione ai danni del segretario provinciale dell'organizzazione neofascista Forza Nuova a Palermo è il segno della degenerazione che la politica italiana sta subendo, dopo avere sottovalutato la recrudescenza di fenomeni e comportamenti fascisti e razzisti, che rischiano di infettare culturalmente la società civile, anche quella che antifascista e antirazzista si proclama. Il fascismo non si combatte con lo squadrismo, bensì con la cultura e la resistenza". Lo ha dichiarato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.
Condividi