Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Papa-francesco-in-Myanmar-Dio-converta-i-cuori-alla-pace.-No-alle-divisioni-nella-Chiesa-847e85e3-5839-417b-97c3-dfe7fc84a645.html | rainews/live/ | true
MONDO

Messa con la comunità birmana

Papa: in Myanmar Dio converta i cuori alla pace. No alle divisioni nella Chiesa

Bergoglio: "Non lasciamo entrare nella Chiesa la logica dei partiti che divide e distrugge" 

Condividi
"Oggi voglio portare sull'altare del Signore le sofferenze del vostro popolo e pregare con voi perché Dio converta i cuori di tutti alla pace". Lo ha detto il Papa nella messa in San Pietro per la comunità dei fedeli del Myanmar. "La preghiera di Gesù ci aiuti a custodire la fede anche nei momenti difficili, a essere costruttori di unità, a rischiare la vita per la verità del Vangelo", ha affermato Francesco. "Dove c'è guerra, violenza, odio, essere fedeli al Vangelo e artigiani di pace significa impegnarsi, anche attraverso le scelte sociali e politiche, rischiando la vita. Solo così le cose possono cambiare", ha aggiunto. 

"Non lasciamo entrare nella Chiesa la logica dei partiti che divide e distrugge" 
"Siamo chiamati a custodire l'unità, a prendere sul serio questa accorata supplica di Gesù al Padre: essere una cosa sola, formare una famiglia, avere il coraggio di vivere legami di amicizia, di amore, di fratellanza. Quanto bisogno c'è, soprattutto oggi, di fraternità!". Così Papa Francesco nell'omelia della messa. "So che alcune situazioni politiche e sociali sono più grandi di voi, ma l'impegno per la pace e la fraternità nasce sempre dal basso: ciascuno, nel piccolo, può fare la sua parte. Ciascuno può impegnarsi a essere, nel piccolo, un costruttore di fraternità, a essere seminatore di fraternità, a lavorare per ricostruire ciò che si è spezzato invece che alimentare la violenza. Siamo chiamati a farlo, anche come Chiesa: promuoviamo il dialogo, il rispetto per l'altro, la custodia del fratello, la comunione e - ha aggiunto - non lasciamo entrare nella Chiesa la logica dei partiti, la logica che divide, la logica che ci mette ognuno di noi al centro scartando gli altri: questo distrugge, distrugge la famiglia, distrugge la Chiesa, distrugge la società, distrugge noi stessi". 
Condividi