Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Perseguitavano-via-chat-una-minorenne-Denunciati-3-coetanei-b7d3881b-3de1-49e5-9b98-d5471547732a.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Cagliari

Perseguitavano via chat una minorenne. Denunciati tre coetanei

Le indagini della Polizia Postale di Cagliari sono iniziate un anno fa
 

Condividi
Umiliazioni. Costretta a fare video, foto con scene di autolesionismo e di sesso.
È quello che ha subito in chat una ragazza minorenne di Cagliari da parte di tre coetanei.
I tre sono stati denunciati. A scoprire e interrompere questa catena violenta la Polizia Postale.

I flamers
Chi si comprata così sulla rete si chiamano “flamers”. All'interno dei gruppi social, inviano messaggi volutamente offensivi, denigratori e umilianti nei confronti di uno o più partecipanti alla chat di gruppo, scelti come bersaglio, con l'obiettivo di annientarli psicologicamente, facendo leva sulle loro fragilità, fino ad indurli ad atti di autolesionismo e intenzioni suicide.
 
Le maglie invisibile della rete 
Come purtroppo accade in questi casi i “flamers” usano numeri inesistenti, nikname falsi e sanno muoversi tra le maglie invisibili della rete. Le perquisizioni sono scattate a Napoli, Reggio Calabria e Pescara. Sequestrati 5 cellulari e un notebook.
 
I sequestri
Da una prima visone del materiale sequestrato la Polizia ha trovato video, foto pedopornografiche e di autolesionismo
Condividi