Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Premio-Morrione-giovedi-annuncio-dei-finalisti-2020-e-premiazione-del-bando-speciale-coronavirus-99392260-3ff1-4d40-aa46-32859301df1e.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Giornalismo investigativo

Il Premio Morrione annuncia i finalisti e assegna il premio speciale covid all'opera "Buona Notte"

Con un evento in streaming su Facebook presentati i finalisti della nona edizione del Premio per il giornalismo investigativo. Viene inoltre premiata l'opera scelta dalla giuria come vincitrice del "premio speciale" dedicato all'emergenza coronavirus

Premio Morrione: giovedì alle 19:00 in streaming su FB
Condividi
Durante l'evento live trasmesso sulla pagina Facebook del Premio Morrione per il giornalismo investigativo sono stati presentati i finalisti della nona edizione: tra i 46 progetti di inchiesta candidati la giuria, presieduta da Giuseppe Giulietti, ne ha scelti quattro di quattro team di giornalisti selezionati tra gli 85 partecipanti under30.

Arrivano in finale:

Pietro Adami e Cristiana Mastronicola (categoria video)
Martina Ferlisi, Sarika Strobbe, Amarilli Varesio (categoria video)
Federico Marconi e Giorgio Saracino (categoria video)
Gabriele Cruciata e Arianna Poletti (categoria sperimentale)

Durante la diretta, condotta dal direttore di Rai Radio 3 Marino Sinibaldi, è stata inoltre premiata l'opera vincitrice del "bando speciale" dedicato all'emergenza coronavirus: si tratta dell'opera "Buona Notte", dell'artista di strada Ioana Beatrice Ambrosio.

Sono intervenuti l'amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini, Renzo Arbore, il presidente della FNSI Giuseppe Giulietti, il presidente dell'Associazione Amici di Roberto Morrione Giovanni Celsi e la portavoce dell'Associazione Mara Filippi Morrione.



Il bando speciale coronavirus
Gli autori delle cinque opere giunte alla finale del "premio speciale" coronavirus sono Ioana Beatrice Ambrosio, Fabio Bucciarelli, Francesco De Augustinis, Gaia Martignetti e Giuliana Sias. I loro lavori sono stati selezionati dalla giuria tra le 100 proposte ricevute, per un totale di 128 partecipanti, tutti under 40 come richiesto dal bando.

Il premio speciale era rivolto a "prodotti finiti", in qualsiasi forma, stile, di qualsiasi orientamento, purché nel solco consueto dell'attenzione ai temi civili, culturali e politici del Paese, emersi nel periodo dell'emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

Gli argomenti trattati dai cinque lavori finalisti vanno dall'inchiesta sul ruolo degli allevamenti intensivi nelle epidemie al reportage tra i malati Covid-19 a Bergamo, passando da una giornata vissuta da una videomaker senza fissa dimora nella Milano del lockdown all'esperienza dell'ospedale Cotugno di Napoli, che ha fatto registrare il minor numero di sanitari infettati dal coronavirus.
Condividi