Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Prescrizione-domani-vertice-Conte-Di-Maio-Salvini-Fico-riaprire-termini-emendamenti-b696c133-a2dc-43ac-ae22-1e5dabd018f1.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Prescrizione, domani vertice Conte-Di Maio-Salvini. Fico: riaprire i termini per gli emendamenti

Riunione a Palazzo Chigi alle 8.30, presente anche Bonafede

Condividi

Vertice domani mattina alle 8.30 a palazzo Chigi con il premier Conte e i due vice Luigi Di Maio e Matteo Salvini per fare il punto sulla delicata questione della prescrizione. All'incontro parteciperà anche il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.

Telefonata Bonafede-Salvini: si risolva su prescrizione
Telefonata tra il ministro dellaGiustizia Alfonso Bonafede e il vicepremier Matteo Salvini sulla prescrizione. A quanto si apprende da fonti di governo M5S, tra il Guardasigilli e il leader della Lega c'è stato un colloquio cordiale: i due - si sottolinea - sono d'accordo nel trovare una soluzione.

Fico: riaprire i termini per gli emendamenti
Se le Commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera allargheranno il perimetro del ddl anticorruzione alla prescrizione, andranno riaperti i termini per gli emendamenti su questo tema e prevedere specifiche audizioni se richieste dai gruppi. Lo scrive il presidente della Camera Roberto Fico in una lettera ai presidenti delle Commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera.

La Commissione può decidere da sola
Le Commissioni di merito possono decidere autonomamente, senza bisogno di coinvolgere la Giunta del regolamento, di allargare il perimetro del ddl anticorruzione alla prescrizione, scrive ancora il presidente della Camera.

"In merito alla specifica questione da Voi rappresentata - scrive Fico - osservo come alla Commissione in sede referente, in occasione dell'esame dei progetti di legge a essa assegnati, sia affidata la definizione del perimetro della materia in oggetto [...] in tale facoltà è da ritenersi certamente inclusa anche la possibilità di adottare una decisione espressa di definizione del perimetro dell'intervento normativo da esaminare nell'ambito di uno stesso procedimento, indicandone gli oggetti e la ratio complessiva. In tal senso, si rinvengono diversi precedenti di ampliamento o di delimitazione dell'ambito dell'intervento normativo. Ciò che caratterizza il caso in esame - sottolinea il presidente della Camera - rispetto ai precedenti è non già la proposta procedurale avanzata, ma la fase nella quale essa è intervenuta, ossia dopo la scadenza del termine presentazione emendamenti [...] Per questo motivo, aseguito dell'eventuale ridefinizione dell'intervento normativo, occorrerà indicare un nuovo e congruo termine per la presentazione degli emendamenti con riferimento al tema della prescrizione [...] Alla luce del complesso delle considerazioni svolte non ritengo necessario, in questa fase, sottoporre la questione alla Giunta per il regolamento".

Condividi