Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Procura-di-Perugi-chiesto-rinvio-a-giudizio-per-ex-consigliere-del-Csm-Palamara-fbbc2a8e-cfff-4abe-95f3-53d30085f55c.html | rainews/live/ | true
ITALIA

L’accusa corruzione

Procura di Perugia: chiesto rinvio a giudizio per l’ex consigliere del Csm Palamara

L’inchiesta è quella che ha portato alle dimissioni di diversi consiglieri. Nelle intercettazioni si discuteva delle nomine ai vertici delle procure

Condividi
La procura di Perugia ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex consigliere del Consiglio superiore della magistratura, Luca Palamara accusato per alcuni  episodi di corruzione.

Lo stesso provvedimento è stato preso per l'imprenditore Fabrizio Centofanti, l'amica del magistrato Adele Attisani e Giancarlo Manfredonia, titolare di un'agenzia di viaggi.
A formalizzare la richiesta di rinvio a giudizio, il procuratore Raffaele Cantone e i sostituti Gemma Miliani e Mario Formisano.
 
La bufera delle procure
L’inchiesta è quella che ha scosso il Consiglio superiore della magistratura, portando alle dimissioni di diversi consiglieri. In alcune intercettazioni si discuteva con esponenti politici, delle nomine ai vertici delle procure a partire da quella di Roma. Intercettazioni telefoniche e telematiche delle quali, il gip di Perugia con un’apposita udienza, si è riservato di decidere quale far trascrivere. Decisione che sarà comunicata il 21 settembre quando si tornerà in aula per la nomina del perito per le trascrizioni. 

Le accuse
A Perugia Palamara è finito sotto inchiesta per i suoi rapporti con l’imprenditore Centofanti. Secondo l’accusa avrebbe messo a disposizione le sue funzioni di magistrato in cambio di viaggi e regali. L'imprenditore avrebbe anche pagato lavori nell'abitazione di Adele Attisani, che deve rispondere di essere stata istigatrice delle presunte condotte illecite e beneficiaria in parte delle utilità.
Condividi