Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Proiezioni-capoluoghi-di-Provincia-e50b46bd-4019-409a-b309-22aa5132d691.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Le elezioni

Comuni: a Venezia vince Brugnaro, a Mantova Palazzi. Ballottaggio in 8 capoluoghi

A Venezia, Trento, Mantova e Fermo sindaci eletti al primo turno. Due di centrosinistra, uno di centrodestra, il quarto con lista civica. Ballottaggio a Reggio Calabria, Matera, Arezzo, Lecco e Bolzano

Condividi

A spoglio quasi concluso, ecco la fotografia di questa tornata elettorale che ha coinvolto 606 comuni nelle regioni a statuto ordinario, oltre a quelli delle regioni a statuto speciale. L'affluenza definitiva alle Comunali è stata del 66,19%, in crescita rispetto a cinque anni fa.

Al voto diversi capoluoghi come Venezia, Mantova, Arezzo, Crotone, Reggio Calabria, Matera. Al voto anche Trento e Bolzano. 

A Venezia, Trento, Mantova e Fermo sindaci eletti al primo turno. Due di centrosinistra, uno di centrodestra, il quarto con lista civica. Ballottaggio a Reggio Calabria, Matera, Arezzo, Lecco e Bolzano.

Ecco le ultime proiezioni del Consorzio Opinio Italia per Rai

Venezia: Brugnaro (Centrodestra) 54,6%; Baretta (Centrosinistra) 28,9%. Visman (M5s) 4%, Gasparinetti 4%.

Mantova: Mattia Palazzi (Centrosinistra) 71,2%; Stefano Rossi (Centrodestra) 22,6%. Costani 4,3%.

Reggio Calabria: Giuseppe Falcomatà (Centrosinistra) 36,3%, Nino Minicuci (Centrodestra) 34%, Marcianò 13,8%, Pazzano 6,7%.

Matera: Rocco Sassone del centrodestra 30,4%, Domenico Bennardi del M5s  28,1%, Giovanni Schiuma (centrosinistra) 19.6%, Doria 10,2%. 

Trento: Franco Ianeselli del centrosinistra è al 54,2%, Andrea Merler del centrodestra è al 30,1%; Carli 6,7%  Zanetti 3,9%.

Bolzano:  Renzo Carmaschi (centrosinistra) 34%; Roberto Zanin (centrodestra) 33,8%; Luis Walcher (SVP) 13%, Gennaccaro 7,3%.

Arezzo: Alessandro Ghinelli del centrodestra è al 48 %, Luciano Ralli del centrosinistra 34,2%,  Donati 9,2% (Lista civica); Menchetti (M5s) 3,4%

Chieti: il candidato di centrodestra Fabrizio Di Stefano è al 37%, Bruno Di Iorio (Forza Chieti, Chieti Viva, Azione Democratica, Bruno Di Iorio Sindaco di Chieti) è al 20,3 %. Diego Ferrara (Partito Democratico e Liste civiche) è al 22,7%; Paolo De Cesare 13,3%.

Fermo: Paolo Calcinaro (Lista civica) vede una schiacciante vittoria. Il dato, parziale, lo vede al 71,66%. Il suo primo inseguitore, il candidato del centrosinistra, Renzo Interleghi, è al 14.96%.

Macerata: Sandro Parcaroli (centrodestra) col 52% passa al primo turno, Narciso Ricotta (centrosinistra) si ferma al 33,51%.
 
Crotone: Antonio Manica del centrodestra al 42,1%, Vincenzo Voce delle liste civiche è al 34,2 %, Danilo Arcuri del centrosinistra al 19,4% e Andrea Correggia del M5s al 4,3%.

Lecco: Peppino Ciresa del centrodestra al 48,5%, Mauro Gattinoni del centrosinistra al 42,5% e Velsecchi 5,6%, Silvio Fumagalli tra il 3,4%.


I dati in arrivo dai Comuni 
 
Si festeggia come detto al primo turno a Venezia, Mantova, Trento e Fermo, mentre in molti capoluoghi le sfide rimangono aperte e per la maggior parte si giocheranno, con il ballottaggio, tra i candidati di centrodestra e centrosinistra. Resta indietro il Movimento 5 Stelle.
 
Venezia riconferma il sindaco uscente Luigi Brugnaro, candidato del centrodestra che ottiene il 54.14% delle preferenze a scrutinio ultimato (e 66.750 voti). Arriva secondo il candidato del centrosinistra, Pier Paolo Baretta, che si attesta attorno al 29% dei voti.

A Reggio Calabria si registra un testa a testa tra il sindaco uscente, candidato del centrosinistra, Giuseppe Falcomatà, e il candidato del centrodestra, Antonino Minicuci. Quando sono state scrutinate 143 sezioni su 218, Falcomatà e Minicuci si posizionano rispettivamente al 36,39% e al 33,95%. Si andrà quindi al ballottaggio, per la prima volta nella storia della città da quando c'è l'elezione diretta del sindaco.
 
Si prevede una sfida a due anche a Crotone: con 35 sezioni su 74, Antonio Manica, candidato del centrodestra, si attesta al 42,11%, inseguito da Vincenzo Voce, sostenuto da liste civiche, che raggiunge il 36,72%.

Mantova dà ancora fiducia al sindaco uscente, Mattia Palazzi, candidato con il centrosinistra che (con 46 sezioni scrutinate su 46) ottiene 16.546 voti pari al 70,75 % dei consensi. Arriva secondo il candidato del centrodestra Stefano Rossi e terza Gloria Costani, sostenuta dal Movimento 5 Stelle.

A Lecco occorrerà attendere il secondo turno per conoscere il nome del nuovo sindaco: Giuseppe Ciresa, candidato con il centrodestra, ha ottenuto il 48,71% dei voti, mentre Mauro Gattinoni, centrosinistra, ha raggiunto il 41,67%.

Ci sarà il ballottaggio pure a Bolzano, dove si sfideranno il candidato del centrosinistra Renzo Caramaschi (32,8% dei voti) e il candidato del centrodestra Roberto Zanin (32,01%).

Secondo turno anche per Arezzo: Alessandro Ghinelli (centrodestra) supera il 47% (96 sezioni su 97) mentre Luciano Ralli (centrosinistra) si posiziona al 35,10%.

A Trento ha la meglio il candidato del centrosinistra, Franco Ianeselli con il 52.78% dei voti (dati definitivi), mentre Andrea Merler, candidato del centrodestra, arriva secondo.
 
A Macerata, invece, è avanti Sandro Parcaroli, sostenuto dalla coalizione di centrodestra. Quando mancano soltanto due sezioni da scrutinare, Parcaroli ottiene il 52,50% dei voti, mentre arriva secondo il candidato di centrosinistra Narciso Ricotta (32,98%).

L'altra grande città marchigiana al voto, Fermo, rielegge il sindaco uscente, Paolo Calcinaro, che ottiene una vittoria netta: 71,41% delle preferenze contro il 14,77% del secondo arrivato, Renzo Interlenghi.

Con la metà delle sezioni scrutinate, si presenta il ballottaggio pure per Matera. Stavolta, però, al secondo turno arriva anche il Movimento 5 Stelle: si sfideranno Rocco Luigi Sassone della coalizione di centrodestra e Domenico Bennardi, sostenuto anche dal M5S.

Ballottaggio anche per Chieti ed Andria, mentre a Trani (50 sezioni su 54) Amedeo Bottaro, sostenuto anche dal Pd, supera il 65%.

Condividi