Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Rahaf-Mohammed-al-Qunun-La-ragazza-saudita-in-fuga-accolta-dal-Canada-6cee7899-898e-42dc-9cc1-206da2f2dc7e.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

La ragazza saudita in fuga sarà accolta dal Canada

Dopo le minacce di morte ricevute in questi giorni, Rahaf Mohammed al-Qunun ha disattivato il suo account twitter

Condividi

La diciottenne saudita in fuga dal suo paese e dalla sua famiglia, al momento rifugiata in Thailandia, partirà questa sera per il Canada.

L'Unhcr ha riconosciuto lo status di rifugiata a Rahaf Mohammed al-Qunun. La diciottenne era stata fermata lo scorso fine settimana nell'area di transito dell'aeroporto di Bangkok, mentre tentava di partire per l'Australia temendo per la sua incolumità. La 18enne, infatti,  ha abiurato la religione islamica, reato punibile con la pena capitale in Arabia Saudita, e ha anche denunciato abusi fisici e psicologici da parte di familiari. Diversi Paesi, tra cui la stessa Australia, si erano detti disposti a darle asilo.

Nel frattempo, oggi l'account Twitter di Rahaf è stato cancellato. Secondo attivisti sul social, sarebbe stata la stessa giovane a disattivarlo dopo le minacce di morte ricevute in questi giorni. Rahaf aveva usato il social network in maniera massiccia quando si era barricata in albergo, protestando contro la possibilità del rimpatrio, e la rapida diffusione dell'hashtag #saverahaf aveva contribuito a creare il clamore necessario a una soluzione del caso a suo favore.

ll Canada "è felicissimo" di concedere asilo alla giovane donna. Lo ha detto il premier canadese Justin Trudeau, annunciando che il suo status è di rifugiata. "Le abbiamo concesso asilo e siamo lieti di farlo perché il Canada è un paese che riconosce l'importanza di difendere i diritti umani e i diritti delle donne in tutto il mondo. Abbiamo accettato la richiesta dell'ONU", ha detto il primo ministro ai giornalisti.

Condividi