Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Referendum-Catalogna-Messaggi-in-codice-urne-camuffate-Ecco-come-i-catalani-hanno-aggirato-i-controlli-della-polizia-9a3c73b4-adfb-49e1-8478-2177c1edaf15.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il Referendum per l'indipendenza

Messaggi in codice e urne camuffate: ecco come i catalani hanno aggirato i controlli della polizia

E' il quotidiano di Barcellona La Vanguardia a raccontarlo. Gli indipendentisti hanno utilizzato diverse stratagemmi, molti anche artigianali

Condividi

Avevano promesso che il referendum si sarebbe celebrato, nonostante il veto del governo spagnolo e le disposizioni della procura di chiudere i seggi e sequestrare il materiale elettorale. Gli indipendentisti catalani non si sono lasciati scoraggiare, adottando diverse misure, molte anche artigianali, per aggirare i controlli e potersi esprimere sull'indipendenza della Catalogna.

Messaggi in codice, schede telefoniche prepagate, urne camuffate e auto anonime sono stati alcuni dei mezzi usati, scrive il quotidiano di Barcellona "La Vanguardia". Se uno non funzionava, spiega il giornale, si passava al successivo. "Ho il tupperware, dove andiamo?", era uno dei messaggi a chi aveva la responsabilità di custodire nel proprio municipio le urne elettorali fino a stamattinai. Poi la consegna, che avveniva sempre in luoghi chiusi e tramite gli attivisti. Anche le schede elettorali venivano annunciate con un messaggio: "Sono il viaggiatore di carta", erano le parole d'ordine per ricevere plichi mimetizzati in buste di plastica. Urne e schede hanno poi viaggiato 'clandestinamente' su auto private, del tutto anonime, fino alla notte scorsa. Sui social sono apparsi molti video che mostravano, stamani, l'arrivo del materiale nei seggi presidiati dagli indipendentisti: le urne chiuse in sacchi neri per la spazzatura, portate da auto che arrivavano a tutta velocità, e passate di mano in mano da una catena umana fin dentro i seggi, tra l'esultanza dei presenti che gridavano "Voteremo!". "Se il materiale elettorale è arrivato al tuo seggio, non diffondere la notizia. Non forniamo indizi", consigliava stamattina un tweet dell'account degli organizzatori per sviare l'attenzione della polizia spagnola.

Il video mostra l'arrivo delle urne ai seggi, nascoste in sacchi neri per la spazzatura

Condividi