Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ricerca-decifrato-il-genoma-del-virus-Zika-incubo-in-Sud-America-547847a0-342c-4809-9344-7547ab5e189e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Lo studio

Ricerca: decifrato il genoma del virus Zika, incubo del Sud America

Condividi
E’ stato decifrato il genoma di Zika, il virus trasmesso dalle zanzare vero e proprio incubo dell’America Latina, in particolare di Brasile, Guyana e Martinica dove si ritiene responsabile del forte incremento nel 2015 di nascite di bambini affetti da microcefalia.

I ricercatori dell'Istituto Pasteur della Guyana hanno analizzato integralmente il Dna dell'agente infettivo e hanno pubblicato lo studio su Lancet. Secondo lo studio, il ceppo che circola in America Latina somiglia molto a quello che ha colpito l'area del Pacifico tra il 2013 e il 2014, con oltre il 99% di omologia. L'analisi è stata realizzata a partire dal prelievo di sangue su un uomo della Repubblica del Suriname, ricoverato nel 2015 con un'eruzione cutanea e una congiuntivite, risultato positivo al virus Zika e negativo a dengue e chikungunya (malattie 'sorelle', sempre trasmesse dalle zanzare).



L'infezione è stata scoperta in Uganda alla fine degli anni '40 del Novecento. Ma solo nel 2007 è stata riscontrata anche in Micronesia e Polinesia, mentre lo scorso anno il virus è stato isolato per la prima volta in Sud America, in Brasile (dove i sospetti di infezione sono oltre un milione), poi in Colombia, Suriname, Messico, Guatemala, El Salvador, Venezuela, Paraguay e Cile. Il virus sembra essere all'origine di forte aumento di nascite di bambini con microcefalia, ma su questa anomalia e sulle reali responsabilità del virus Zika - o, nel caso, di altri fattori concomitanti - l'Istituto Pasteur ha avviato alcuni progetti di ricerca multidisciplinari.
Condividi