Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Rock-band-ucraina-brucia-al-concerto-effigie-di-Lenin-e0bb9f7d-ba2d-4323-9921-36f7488a3f38.html | rainews/live/ | true
MONDO

La legge lo "permette"

Rock-band ucraina brucia al concerto una gigantesca effigie gonfiabile di Lenin

Il leader del gruppo è Oleg Skripka, vicino ai nazionalisti ucraini e consigliere del sindaco di Kiev, l’ex pugile Vitali Klitschko

Condividi


La famosa rock-band ucraina “Vopli Vidopliasova” in un concerto dedicato al 30esimo anniversario dalla fondazione del gruppo, ha bruciato una gigantesca effigie gonfiabile di Lenin.

Il leader del gruppo è un controverso musicista, Oleg Skripka, molto vicino ai nazionalisti ucraini e consigliere del sindaco di Kiev, l’ex pugile Vitali Klitschko.

Dopo lo scoppio del conflitto armato in Ucraina, Skripka ha invocato musicisti russofoni in Ucraina a cantare esclusivamente in lingua ucraina e “smettere di lavorare per il mercato russo”.

In seguito lo stesso rocker ucraino ha lanciato appello alle autorità ucraine di bloccare la diffusione in Ucraina dei canali televisivi in lingua russa poiché “tutto ciò che è legato alla cultura russa distrugge il nostro Paese”.

L’anno scorso in Ucraina è stata promulgata la legge sulla decomunistizzazione, ossia sullo sradicamento dell’eredità sovietica. Da allora tutti i monumenti di Lenin non godono più della tutela dello stato. Molti monumenti sono stati distrutti, mentre le vie Lenin, in passato esistenti in tutti i centri abitati, sono state rinominate.
Condividi