Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Roma-Liverpool-semifinale-champions-league-mille-agenti-schierati-misure-di-sicurezza-stadio-olimpico-f74e0151-d863-4537-91c5-1294701ac28b.html | rainews/live/ | true
SPORT

I primi tifosi inglesi sono in città già da ieri

Roma-Liverpool, il giorno della semifinale di Champions League. 1000 agenti per garantire sicurezza

Saranno almeno in 5 mila i supporters dei Reds. Disposto il divieto della vendita di alcolici in centro e nella zona attorno allo stadio

Condividi
Sale l’attesa per la semifinale di ritorno di Champions League tra Roma e Liverpool. Le preoccupazioni maggiori non riguardano tanto l’aspetto sportivo, con i giallorossi che avranno il difficile compito di cercare di ribaltare il 2-5 dell’andata, quanto quello dell’ordine pubblico, dopo i fatti dell’andata e l’accoltellamento di Sean Cox, ormai in coma da quasi una settimana. Per l'aggressione, due tifosi romanisti sono in carcere a Liverpool. 

Allarme ordine pubblico
Ingenti le misure di sicurezza. La Questura di Roma ha mobilitato oltre mille agenti per coprire, in queste ore, la zona attorno allo stadio e il centro città. Una parte dei cinquemila tifosi inglesi sono arrivati in città già nella giornata di ieri, radunandosi soprattutto nella zona di Campo de’ Fiori. Al momento però non si segnalano scontri o incidenti anche grazie all’impiego di 40 pattuglie della polizia.

La maggior parte dei supporters sta però arrivando in queste ore a Fiumicino e Ciampino con numerosi voli charter. Le procedure d'ingresso vengono costantemente monitorate da pattuglie di agenti della Polizia di Stato dispiegate capillarmente su tutto il territorio anche in abiti civili. Due inglesi sono stati fermati per possesso di sostanze stupefacenti e segnalati alla Prefettura di Roma.



Quaranta tifosi a rischio
Molti tifosi sbarcheranno anche in altri aeroporti, per poi raggiungere Roma in treno. A tutti verrà distribuita una brochure con le indicazioni per evitare situazioni di pericolo. Secondo quanto segnalato dalle autorità inglesi, tra gli inglesi in arrivo ve ne sarebbero almeno 30/40 a rischio, che però non sono sottoposti a misure restrittive legate al tifo violento, in quanto la normativa britannica prevede il ritiro del passaporto ai tifosi sottoposti a Daspo.

Alcol vietato
Il Prefetto ha anche disposto il divieto della vendita e trasporto di bevande alcoliche in bottiglie di vetro, sia in centro che nella zona dell’Olimpico, da ieri e fino a domani mattina. In azione la task force predisposta per far rispettare l'ordinanza, che però al momento sembra essere disattesa. Nel corso dei controlli in Corso Rinascimento, gli agenti della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale hanno denunciato un cittadino originario del Bangladesh che ha venduto bottiglie di birra e tequila a tre tifosi inglesi.




Punti di raduno
Dalle 14 sarà attiva una fan zone allestita in collaborazione con le forze dell’ordine a piazzale delle Canestre, in zona Villa Borghese, da dove saranno a disposizione dei bus per portare i sostenitori dei Reds all’Olimpico. Gli altri due punti di raccolta sono a Campo de’ Fiori e in largo Corrado Ricci.

Per chi invece vorrà muoversi autonomamente, ai tifosi inglesi è stata riservata la direttrice nord, quella da Ponte Milvio, mentre i supporters di casa utilizzeranno quella classica (Lungotevere della Vittoria, Piazzale Clodio e ponte Duca d’Aostra). Potenziati anche i servizi di trasporto pubblico. I cancelli dello stadio Olimpico saranno aperti alle 17. 

Club inglese ai tifosi: "Mai allo stadio a piedi"
Il Liverpool ha avvisato i propri tifosi che "per nessun motivo devono tentare di recarsi a piedi allo stadio Olimpico". Il club inglese invita i sostenitori dei Reds forniti di biglietto a "usare le navette" per andare alla partita. "Per nessun motivo - si legge nel comunicato - i tifosi dovranno tentare di incamminarsi verso la città al termine della partita e dovranno invece usare i taxi che verranno messi a disposizione". La nota ha aggiornato le linee guida già diffuse dal club (non andare in giro da soli, non indossare sciarpe o maglie del Liverpool, evitare la zona di Ponte Milvio e attorno allo stadio".

Delegazioni delle tifoserie in Campidoglio
Per cercare di rasserenare gli animi, questa mattina una delegazione delle due tifoserie è stata ricevuta in Campidoglio dal presidente dell’Assemblea capitolina, Marcello De Vito. Tra gli invitati, anche Gareth Roberts, direttore del periodico di informazione "The Anfield Wrap". L'incontro è terminato con una foto di gruppo nell'aula Giulio Cesare in cui i tifosi di entrambe le squadre hanno mostrato un cartello con la scritta "Forza Sean".
Condividi