Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Russia-Ministero-della-Giustizia-registra-agenzia-giornalistica-Meduza-come-agente-straniero-7b2d716b-bf51-4d3c-b8d1-522d745c8ae2.html | rainews/live/ | true
MONDO

Libertà di stampa minacciata

Russia, Ministero della Giustizia registra l’agenzia giornalistica “Meduza” come agente straniero

In base alla legge russa, i mass media registrati all’estero possono essere classificati come “agenti stranieri”. In tal caso, come obbligo di legge, devono comunicare al ministero i dati personali dei dirigenti e la contabilità finanziaria

Condividi
Il Ministero della Giustizia russo ha inserito l’agenzia giornalistica russa “Meduza” nella lista degli agenti stranieri.

L’edizione online dell'agenzia ha sede a Riga, Lettonia: fondata nel 2014 da giornalisti russi d’opposizione, ha una rete di corrispondenti in Russia. Secondo alcune stime, il numero di utenti al mese è di 13,9 milioni, con 100 milioni di visualizzazioni.

Ivan Golunov, giornalista investigativo di “Meduza”, è stato arrestato a Mosca nel giugno del 2019 con l'accusa, poi ritirata, di spaccio di droga. In carcere subì anche delle percosse.

La proprietaria di “Meduza”, Galina Timcenko, ha comunicato ai mass media di non essere stata avvisata dal Ministero sull’inserimento del suo portale nella lista degli agenti stranieri e di essere intenzionata a fare ricorso in  tribunale.

In base alla legge russa, i mass media registrati all’estero possono essere classificati come “agenti stranieri”. In tal caso, come obbligo di legge, devono comunicare al Ministero della Giustizia russo i dati personali dei dirigenti, i dati sulla contabilità finanziaria e i dati sulle revisioni contabili.
Condividi