Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Russia-rischia-di-rimanere-senza-sigarette-per-il-collasso-dell-industria-del-tabacco-1a555189-d2a0-490b-8d99-6e04fbcad572.html | rainews/live/ | true
MONDO

La Russia rischia di rimanere senza sigarette per il collasso dell’industria del tabacco

Condividi
I maggiori produttori di sigarette possono sospendere la produzione per la carenza della materia prima, il tabacco. Secondo l’autorevole quotidiano russo “Kommersant”, il presidente dell’Industria russa del tabacco, Eduard Vorontsov, avrebbe inviato già la lettera di avviso al premier russo Mikhail Mishustin.
Vorontsov  si è lamentato della sospensione da parte delle autorità russe a partire dal 16 luglio delle importazioni del tabacco dall’India, Sudafrica, Brasile, Tanzania e Malawi, a causa della presenza di un parassita, la mosca Apocephalus borealis. Allo stesso tempo, i tipi di tabacco importati non sono coltivabili in Russia, CSI e in molti altri paesi del mondo e, quindi, non sono sostituibili. La sospensione dell’importazione del tabacco comporterebbe il fermo delle aziende per la trasformazione del tabacco e ferie coatte per decine di migliaia dei lavoratori. Inoltre crollerebbero le entrate fiscali, tenendo presente che l’anno scorso l’Industria del tabacco ha versato al fisco russo quasi 10 miliardi di euro.
Condividi