Original qstring: wt_mc=2.social.tw.rainews_xxx.&wt&refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Sbarcati-a-Malta-i-migranti-della-nave-Alan-Kurdi-b4965bd3-2a3b-4a37-b388-ea91426b897a.html | rainews/live/ | true
MONDO

Sbarcati a Malta i migranti della nave Alan Kurdi

​Il premier maltese Joseph Muscat ieri sera aveva annunciato la disponibilità di Malta, su richiesta tedesca, a far sbarcare i migranti, che saranno tutti ricollocati in altri Paesi Ue

Condividi
 I 40 migranti che si trovavano a bordo della nave Alan Kurdi della ong tedesca Sea-Eye sono sbarcati a Malta, dopo essere stati trasferiti su una nave militare maltese. I quaranta migranti, che erano stati soccorsi dalla ong al largo della Libia, sono sbarcati nella base militare Floriana intorno alle 11 (ora locale). I richiedenti asilo sostengono di provenire principalmente da Camerun, Costa d'Avorio, Ghana, Liberia, Togo e Mali.

Il premier maltese Joseph Muscat ieri sera aveva annunciato la disponibilità di Malta, su richiesta tedesca, a far sbarcare i migranti, che saranno tutti ricollocati in altri Paesi Ue. Nei giorni scorsi, l'Italia aveva negato all'Alan Kurdi l'accesso ai porti italiani.

Muscat, ha dichiarato alla radio che la decisione di consentire lo sbarco è "un segno di buona volontà" e lavorare con altre nazioni per salvare vite umane è "una questione di buon senso". "Quando siamo stati contattati dal governo tedesco, erano consapevoli che non era nostra responsabilità, ma ci hanno chiesto di arrivare a un accordo. I profughi non resteranno a Malta, saranno redistribuiti, ma sentiamo come nostra responsabilità lavorare assieme" per risolvere il problema, ha aggiunto Muscat.
Condividi