Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/Scontri-Roma-Lamorgese-question-time-Camera-Cgil-scioglimento-Forza-Nuova-4f80ca5b-856a-4487-a1e6-7f45607548ad.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Question Time alla Camera

Scontri Roma, Lamorgese: "Solidarietà alla Cgil, vile assalto. Scioglimento FN è tema complesso"

Il ministro dell'Interno risponde a una interrogazione di Fratelli d'Italia sui disordini di sabato 9 ottobre. La replica di Meloni: "La sua risposta offende il Parlamento, non siamo imbecilli"

"Desidero associarmi all'unanime condanna espressa su tali episodi di violenza che hanno turbato l'opinione pubblica ed esprimere la piena solidarietà alla  Cgil per il vile assalto perpetrato alla sua sede". Così la ministra dell'Interno  Luciana Lamorgese, rispondendo al question time alla Camera all'interrogazione presentata dal capogruppo di Fratelli d'Italia, Francesco Lollobrigida, sugli scontri di sabato scorso a Roma nel corso della manifestazione no green pass.

"Ribadisco la piena solidarietà alle forze di polizia e soprattutto ai 38 operatori rimasti feriti in quei frangenti drammatici per respingere i più  facinorosi e contenere la furia devastatrice che avrebbe potuto determinare conseguenze  ancora più gravi" continua la ministra. 

"Scioglimento Forza Nuova è tema complesso e delicato"
"Riguardo alla questione dello scioglimento dei movimenti eversivi, è doveroso affermare che è un tema di estrema complessità e delicatezza, e come ho avuto occasione di dire in altri momenti la questione è alla particolare attenzione del governo" spiega Lamorgese, in ordine allo scioglimento di associazioni sovversive.

"Castellino dal palco indirizzò corteo alla Cgil"
''Gli elementi acquisiti consentono di focalizzare la figura di Giuliano Castellino (leader di Forza Nuova, ndr) il quale, anche in tale circostanza, si è evidenziato per un deciso protagonismo rilevatosi  soprattutto nel corso del suo intervento in piazza del Popolo allorché ha preso la parola facendo riferimento alla volontà di indirizzare il corteo verso la sede della Cgil'' continua la ministra dell'Interno.

"La scelta di procedere coattivamente nell'immediatezza nei suoi confronti non è stata ritenuta percorribile da parte delle autorità di pubblica sicurezza e dei  responsabili dei servizi di sicurezza che erano nella piazza nella considerazione che un intervento coercitivo eseguito in un contesto di particolare eccitazione e affollamento presentava l'evidente rischio di provocare reazioni violente con la  conseguente degenerazione della situazione dell'ordine pubblico".

"Chieste relazioni a capo della Polizia e a Prefetto"
''Riguardo alla dinamica dei fatti è noto che il prossimo 19 ottobre svolgerò proprio in quest'aula una  dettagliata informativa che si avvarrà delle relazioni che ho chiesto  immediatamente al capo della Polizia e al prefetto di Roma'' conclude Lamorgese.



La replica di Giorgia Meloni: "Nella lista delle sue inadempienze anche la devastazione di sabato"
"Ministro Lamorgese, nella lista infinita delle sue inadempienze figura anche la vergogna della devastazione a Roma sabato scorso. Lei sapeva che c'erano persone interdette alla partecipazione perché pericolose per l'ordine pubblico? Era stata avvertita dell'annuncio, prima sui social e poi in piazza dal palco, sulla loro intenzione di assaltare la sede della Cgil? Lei conosceva la natura dell'organizzazione Forza Nuova che si dichiara neofascista e a cui queste persone appartengono? In piazza c'erano anche agenti infiltrati? Se lei aveva queste informazioni perché non ha protetto tanto la Cgil quanto le persone che legittimamente manifestavano  contro un provvedimento del suo governo. Una volta tanto, ministro Lamorgese, la verità". Così Giorgia Meloni replica in aula al ministro.

Comitato ordine e sicurezza sposta manifestazione
Intanto, è stata "spostata" ad altra sede la manifestazione prevista per venerdì pomeriggio a piazza Santi Apostoli, a qualche metro di distanza dalla Prefettura, al centro di Roma. Lo ha deciso il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito nel tardo pomeriggio di oggi. La manifestazione è stata spostata in piazza Bocca della Verità. Ad organizzare l'iniziativa l'avvocato Edoardo Polacco con le "Sentinelle della Costituzione".