Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Scontri-con-manifestanti-nel-centro-di-Hong-Kong-Molotov-contro-la-polizia-che-risponde-con-idranti-26b50266-c178-400c-bb02-9d7b01359562.html | rainews/live/ | true
MONDO

La crisi nella ex colonia britannica

Scontri con manifestanti nel centro di Hong Kong. Molotov contro la polizia che risponde con idranti

La polizia ha ripreso il controllo dell'area intorno al parlamento dopo un'ora circa di guerriglia. Avvistata una bandiera nella folla: una bandiera rossa come quella cinese ma le cui stelle formavano una svastica. Uno slogan formato dalle parole "Cina" e "nazista" era associato alla bandiera: #chinazi

Condividi
Tensioni e violenze anche oggi a Hong Kong, dove i manifestanti sono scesi in strada nonostante il divieto imposto alla vigilia dalle autorità.  La polizia ha ripreso il controllo dell'area intorno al parlamento dopo un'ora circa di guerriglia con i manifestanti che oltre a scagliare mattoni, pietre e oggetti pesanti all'indirizzo degli agenti in tenuta antisommossa, hanno lanciato diverse molotov all'interno del recinto che circonda l'edificio.

Secondo i media locali, molti attivisti sono indietreggiati verso Wan Chai e Causeway Bay.

La polizia ha sparato gas lacrimogeni e in precedenza le forze di sicurezza avevano utilizzato spray al peperoncino contro i dimostranti.

Oggi nel centro di Hong Kong migliaia di persone sono scese in piazza sfidando il divieto della polizia che due giorni ha vietato la manifestazione convocata per oggi dal Fronte civile per i diritti umani.




La polizia è intervenuta anche con gli idranti che hanno sparato una vernice blu contro i dimostranti che lanciavano bombe molotov contro le barricate erette dalla polizia fuori dagli uffici governativi. Mentre sono in corso scontri nei pressi del Consiglio legislativo, migliaia di altri manifestanti sono diretti verso i distretti centrali e finanziati della città.

Bandiera cinese con la svastica
Durante la manifestazione vietata di oggi a Hong Kong, è stata avvistata una bandiera nella folla: una bandiera rossa come quella cinese ma le cui stelle formavano una svastica. Uno slogan formato dalle parole "Cina" e "nazista" era associato alla bandiera: #chinazi. Lo slogan #chinazi è diventato popolare tra gli oppositori per accusare il regime di Pechino di violare i diritti umani. Altri hanno criticato la mancanza di rispetto per le vittime del secondo conflitto mondiale. 

Condividi