Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Siria-curdi-Dalla-Turchia-uso-di-armi-non-convenzionali-Ankara-smentisce-bead7852-ca10-45e4-8257-a1ff2270d702.html | rainews/live/ | true
MONDO

Denuncia via Twitter del capo comunicazione delle Fds

Siria, curdi: "Dalla Turchia uso di armi non convenzionali". Ankara smentisce

Ankara: "Tutti sanno che l'esercito turco non ha armi chimiche nel suo inventario"

Condividi
"Sospettiamo che armi non convenzionali vengano usate contro i combattenti" curdi dalla Turchia "nella città assediata di Serekaniye" (Ras al Ayn inarabo), nel nord-est della Siria. Lo denuncia via Twitter Mustafa Bali, capo della comunicazione delle Forze democratiche siriane (Fds) a guida curda. La denuncia è accompagnata da un servizio video dell'agenzia Hawar, organo dell'amministrazione curda in Siria, da un ospedale della zona in cui compaiono alcuni bambini ricoverati con gravi ferite da ustioni, descritte in un'intervista da un medico locale.

Il portavoce curdo fa riferimento a "notizie e segnali" ricevuti "dalla città assediata" e invita "le organizzazioni internazionali a inviare le loro squadre per investigare alcune ferite subite negli attacchi". Secondo Bali, "le strutture mediche nel nord-est della Siria non hanno più squadre di esperti dopo il ritiro delle ong dovuto all'invasione turca".

E all'accusa dei curdi replica subito Ankara: "Tutti sanno che l'esercito turco non ha armi chimiche nel suo inventario. Alcune informazioni ci indicano che" le milizie curde dello "Ypg usano armi chimiche per poi accusare la Turchia". Lo ha detto il ministro della Difesa di Ankara, respingendo così le accuse sull'uso di armi non convenzionali nei raid turchi su Ras alAyn.
Condividi