Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Sirigu-Belotti-Ansaldi-Giampaolo-Italiano-Pobega-Vignali-Gyasi-4d3e9f90-41f5-4e51-9cab-fa1ed9fd1c40.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, diciottesima giornata

Il Toro non sfrutta l'uomo in più: faticoso 0-0 con lo Spezia

Malgrado l'inferiorità numerica (espulso Vignali all'8'), all'Olimpico liguri compatti e ben più pericolosi dei granata, che hanno una sola chance al 90' con Ansaldi, fermato dal palo. Brutta prova della squadra di Giampaolo 

Condividi
Il malmesso Torino (terz’ultimo), malgrado la superiorità numerica per tutto il match, raccoglie all’Olimpico solo uno 0-0 contro lo Spezia di Italiano, che si conferma specie di questi tempi formazione tosta (7 punti nelle ultime 3 gare).

Liguri subito in dieci: l’arbitro Fabbri prima ammonisce e poi, richiamato dal Var, espelle Vignali per un’entrata durissima su Murru (8’). Non sfruttano però l’uomo in più i granata, lentissimi nella manovra e inconcludenti davanti: davvero un brutto primo tempo. Sono anzi gli ospiti, rimasti compatti e (molto) aggressivi, a rendersi tre volte pericolosi: stoccata mancina di Pobega fuori di poco, al 34’ doppio risposta di Sirigu sulle conclusioni di Gyasi e Piccoli.

Ripresa. Largo non di molto il tentativo (deviato) di Verdi, risposta ben più pericolosa dello Spezia al 65’: sorvola di un soffio la traversa il sinistro dal limite di Marchizza. Altri brividi in area granata su una ripartenza di Gyasi (74’, decisiva chiusura di Lyanco su Piccoli), pressione finale del Toro e palo di Ansaldi al 90’: troppo tardi e troppo poco per la squadra di Giampaolo.     
Condividi