Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Slovacchia-vince-le-elezioni-il-partito-di-opposizione-di-centrodestra-anti-corruzione-OLaNO-dbd4eb41-f8f8-4002-b21a-73005db4de1e.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Consultazioni politiche

Slovacchia, vince le elezioni il partito di opposizione di centrodestra anti-corruzione

La vittoria pone fine al potere del partito di sinistra a lungo dominante

Condividi
Gli elettori slovacchi hanno consegnato una clamorosa vittoria al partito di opposizione di centrodestra anti-corruzione OLaNO in un voto dominato dalla rabbia popolare per l'assassinio nel 2018 di un giovane giornalista che indagava sulla corruzione ai massimi livelli dello stato.

Promettendo provvedimenti immediati anticorruzione in caso di vittoria il leader del partito OLaNO, Igor Matovic, è diventato il portavoce dell'indignazione degli elettori per l'omicidio di Jan Kuciak e della fidanzata e della corruzione ad alto livello messa a nudo dalle loro morti.

"Cercheremo di creare il miglior governo che la Slovacchia abbia mai avuto, con l'aiuto degli altri leader dell'opposizione democratica", ha detto Matovic ai giornalisti rivendicando la vittoria elettorale stanotte. "E' stata la morte di Jan Kuciak e Martina Kusnirova a svegliare la Slovacchia", ha aggiunto.

Il primo ministro uscente Peter Pellegrini ha ammesso la sconfitta dopo che i risultati parziali hanno mostrato che OLaNO ha superato di sei punti Smer-SD, il suo partito populista di sinistra. Smer-SD ha vinto ogni elezione dal 2006 e nel 2016 ha ottenuto il 28,3% dei voti. "Congratulazioni al vincitore, buona fortuna", ha detto Pellegrini a Matovic, aggiungendo: "Ha un buon marketing, ma siamo interessati a come gestirà l'incarico".

OLaNO ha ottenuto il 24,87% dei voti davanti al 18,73% di Smer-SD, mentre il conservatore Siamo una Famiglia ha raccolto l'8,34%, il liberale libertà e Solidarietà (SaS) il 5,67% e  "Per il Popolo" dell ex-presidente Andrej Kiska ha il 5,43%. Il risultato indica che Smer-SD non ha partner di coalizione accettabili, dato che rifiuta al collaborazione con l'estrema destra di LSNS, che ha ottenuto l'8,27%. Alla domanda dei giornalisti di una possibile coalizione con OLaNO, Pellegrini ha scherzato "mai dire mai". "Ma bisogna chiederlo a Igor Matovic" ha aggiunto. Matovic ha detto ai giornalisti di aver concordato telefonicamente di incontrare la presidente Zuzana Caputová "lunedì o martedì" per poi iniziare i colloqui con i leader di altri partiti di opposizione. Caputová ha detto ai giornalisti che avrebbe preso in considerazione il "potenziale di coalizione" dei leader di partito nel decidere l'incarico.

Presumibilmente ordinate da un imprenditore con legami politici, le uccisioni di Kuciak e Kusnirova hanno coagulato l'indignazione popolare contro la corruzione nella vita pubblica. Il doppio omicidio ha scatenato le più grandi proteste antigovernative dal tempi comunisti e ha rovesciato il premier Robert Fico, sostituito dal collega di partito Peter Pellegrini, e ha portato la neofita politica Caputova, avvocato liberale e attivista anti-corruzione, a vincere il voto presidenziale dell'anno scorso. Gli analisti dicono che Matovic, 46enne parlamentare esperto di media ma politico imprevedibile, diventerà premier se riuscirà a unificare l'opposizione frammentata. Eccentrico self made man Matovic ha fondato "Gente comune e personalità indipendenti - OLaNO" dieci anni fa, ma vari parlamentari hanno lasciato al formazione in preda a lotte intestine.
Condividi